Quanti soldi ti fa sprecare la muffa che hai in casa OGNI ANNO?

Siamo sicuri che il prezzo che ogni anno paghi per togliere la muffa sia esclusivamente generato dai prodotti acquistati in colorificio? NO.

Scrivo questo articolo per rispondere alla domanda che mi viene posta decine di volte tutti i giorni da chi ci contatta (disperato) perchè non ha ancora risolto il suo problema di muffa :

QUANTO COSTA?

Per carità è una domanda più che legittima che ci facciamo quando abbiamo già fatto dei tentativi e misuriamo l’efficacia di una soluzione in base al suo costo, non avendo ulteriori elementi di giudizio.

Mi spiego meglio e vado subito al dunque.

Esistono sul mercato soluzioni APPARENTEMENTE economiche ma che ci costringono a spendere ogni anno TEMPO e DENARO per ricomprare i prodotti e rifare il lavoro.

Comprare una bottiglietta di spray antimuffa e qualche litro di pittura antimuffa è un investimento davvero basso in effetti.

Siamo sicuri che oltre a questa spesa insignificante non ci siano altri costi che sosteniamo senza pensare che siano direttamente collegati al nostro problema di muffa perennemente IRRISOLTO?

Lungi da me fare il complottista o diffondere il panico pur di vendere la mia soluzione. Analizziamo i fatti e poi mi dirai se ti ritrovi in questa situazione.

Se hai poco tempo ti propongo un video di 4 minuti dove ti spiego tutto!
Altrimenti se vuoi la versione più dettagliata, continua a leggere 🙂

Potresti rimanere senza parole per quello che stai per leggere riguardo i costi occulti della muffa….

E’ vero.

Mi rendo conto che parlare di “COSTI OCCULTI” della muffa è un po’ strano ma è l’unica espressione che mi è venuta in mente per spiegare un fastidio comune a migliaia di famiglie che ogni inverno fanno “qualcosa” per tentare di togliere la muffa da casa e non si rendono conto di spendere molto di più di quello che credono!

Visto che hai scelto (anche) di leggere, partiamo dall’inizio e facciamo una premessa.

Quello che affermo nel video e in tanti altri articoli, non è frutto di fantasia ma è stato determinato da un’indagine fatta tra gennaio e marzo 2018 su un campione di 578 clienti che si sono rivolti a Bastamuffa per il loro problema di muffa.

Devi sapere che prima di parlare con noi, è richiesta la compilazione di un lungo questionario di più di 30 domande che non serve a farci i fatti tuoi ma per capire in maniera dettagliata il tuo problema e la situazione attuale (oltre che quello che hai fatto in passato) per poter trovare LA soluzione efficace al tuo problema.

Tra le tante domande ce n’è una molto interessante :

Hai visto che lista? Ci sono BEN 19 scelte!!!

Come sono venute fuori tutte queste voci?

Semplicemente chiedendo, mesi prima, ai nostri clienti quali fossero i fastidi che la muffa gli causava in inverno.

Notavo che c’erano sempre una decina di risposte che ripetevano e così ho creato questa ulteriore domanda nel questionario a risposte chiuse.

Ora inizi a capire perchè parlo di “COSTI OCCULTI DELLA MUFFA” ?

Prendiamo qualche voce ad esempio:

Muffa sui vestiti e dentro i mobili
Ti è mai capitato?

Molti clienti si sono lamentati di aver buttato via interi guardaroba per colpa della muffa che si è formata dentro un armadio appiccicato su una parete fredda e con problemi di condensa.

Risultato: parecchie centinaia di euro spese per ricomprare armadio e vestiti, oltre i costi già calcolati di pitture e liquidi vari per tamponare.

Bell’affare eh?

E se queste persone avessero risolto al primo tentativo con un rimedio REALMENTE efficace (ma apparentemente più costoso) non avrebbero risparmiato negli anni un bel capitale? 😉

Acquisto di assorbiumidità
Altra voce inquietante di spesa. Qui le mamme avranno già capito di cosa parlo.

Mi riferisco a quelle simpatiche bustine che si mettono nell’armadio e nei cassetti per assorbire l’umidità in eccesso.

Oppure quando i valori sono fuori controllo e si bagnano pure i pavimenti, tocca comprare quelle scatolette con i sali che si trasformano in acqua.

Quindi problema risolto?

No.
L’acqua effettivamente c’è nella vaschetta ma alla fine abbiamo speso soldi per NON aver abbassato il tasso di umidità.

A seconda della gravità del tuo problema devi trovare la soluzione giusta per tenere a bada il tasso di umidità che passa per:

– isolare le pareti
– deumidificare con la pompa di calore
– installare un impianto VMC

Ovviamente tutto questo dopo aver igienizzato le pareti colpite da muffa, altrimenti non fai altro che disperdere le spore della muffa nell’ambiente!

Costi di riscaldamento notevolmente più alti
Anche questa è una voce di bilancio che non fa dormire la notte tanti papà che si ritrovano con 2 problemi in inverno:

– casa fredda, difficile da riscaldare e quindi si vive male (e i bambini si ammalano)
– muffa che si forma di conseguenza per eccesso di condensa

Continuare a pitturare con antimuffa anche se hai un problema di condensa non risolverà il tuo problema e :

– muri continueranno ad essere freddi, 
– la bolletta alta,
– la muffa tornerà puntuale con l’inverno.

Di quanti soldi parliamo in questo caso?
Parecchie centinaia di euro.

In alcuni casi c’è chi ha dichiarato di spendere 500 euro in più all’anno per riscaldare quelle stanze più fredde ed esposte all’esterno.

Siamo davvero sicuri che il vero problema è cercare la pittura che costi meno per essere convinti di aver risparmiato?

Andiamo avanti veloci su altri costi “occulti”.

Tempo e benzina sprecati per fare il tour dei centri commerciali ogni fine settimana alla ricerca dello spruzzino miracoloso (non me lo sono inventato io ma sono esclusivamente segnalazioni fatte dai clienti)

Vernice che si stacca e corrode per colpa di eccessivo uso della candeggina (e riparare poi costa molto di più….)

Costi elettrici alle stelle per tenere 8 ore al giorno acceso il deumidificatore (che non risolve la causa ma ci mette solo una pezza)

Incremento di spese mediche e farmaci, convivendo gomito a gomito con la muffa (pensa quando ci sono bambini in mezzo che sono soggetti molto più sensibili)

Direi che il concetto è più chiaro adesso.
Ognuno ha la sua storia e c’è chi ha speso inutilmente per fare buchi, sperando di fare un ricambio d’aria.

Chi si è fatto convincere a mettere polistirolo sui muri freddi e umidi e poi ha dovuto rompere tutto e ripartire da zero.

Quindi come se ne esce?

Nell’esperienza maturata sul campo, ho capito che prima di fare un investimento avrei dovuto fare un’analisi del problema.

Almeno per escludere che si tratti di un problema di risalita, infiltrazioni o condensa.

Ecco perchè mi occupo ESCLUSIVAMENTE di muffa per condensa.

Non potrei essere altrettanto preparato nelle altre casistiche se non avessi già risolto con successo più di 7000 casi (al primo tentativo) dal 2010.

Visto che questo articolo non vuole essere una televendita, mi sento di darti un consiglio.

Qualunque sia la scelta che farai quest’anno su come affrontare la muffa che ti porti dietro da anni, tieni a mente queste informazioni:

1) la muffa è un organismo vivente che è naturalmente nell’aria con le sue spore ma si “attiva” quando trova un ambiente favorevole per la sua proliferazione

2) la muffa è favorita da alto tasso di umidità, scarso ricambio d’aria e isolamento delle pareti insufficiente

3) rimedi tampone non risolvono il problema alle radici ma ci danno l’illusione di non vedere le macchie nere (vedi chi pulisce con candeggina, ammoniaca, aceto ecc ecc).

4) La soluzione non è cambiare fornitore e marca di prodotto con la speranza che sia la volta buona o rifare pari pari il trattamento che è andato bene al cugino

5) Prima di spendere un centesimo per un costoso trattamento che non conosci, fai un’analisi del problema in modo da capire perchè ti si forma muffa in casa e come intervenire con la giusta “cura”.

Noi, nel nostro piccolo, superiamo l’ostacolo della distanza geografica (siamo a Milano e tu potresti trovarti a 1000km di distanza) con il nostro Kit di Prova e Analisi che non è altro che uno strumento facile da usare per fare una perizia preliminare in casa tua senza essere un tecnico.

Misurerai con la nostra assistenza, il tasso di umidità, la qualità dell’aria e osserveremo quante colonie di muffa si formeranno nella piastra Petri che riceverai insieme ai campioncini del trattamento completo da applicare nella zona più colpita.

Ovviamente i tecnici storceranno il naso perchè non si possono fare diagnosi a distanza e soprattutto senza un’accurata (e costosa) analisi strumentale a domicilio e gli dò perfettamente ragione, con un piccolo MA…

Qui la scelta è solo tua, visto che sei il padrone di casa.

Se hai un problema GRAVISSIMO, ti piacciono i numeri e le spiegazioni super tecniche e puoi investire qualche centinaio di euro per una perizia, fai bene a contattare un tecnico (di fiducia) che venga a casa tua. Poi dovrai comunque scegliere la soluzione.

Se non ti trovi (ancora) con l’acqua alla gola ma vuoi comunque capire come poter risolvere il tuo problema senza aiuti esterni e senza anticipare cifre imortanti, allora possiamo aiutarti!

A differenza di altri Kit di Analisi venduti online, il nostro ha una componente fondamentale che lo rende unico : IL SUPPORTO UMANO! 🙂

Parlerai con delle persone e non dovrai leggere un complicato manuale scritto in linguaggio scientifico per fare il test a casa tua.

Insomma, insieme al kit riceverai una consulenza telefonica GRATUITA che vale di gran lunga il piccolo contributo necessario per ricevere il nostro cofanetto a casa tua.

Ultima raccomandazione!

Ora che lo sai, presta attenzione a tutti i costi che hai sostenuto finora per colpa della muffa(CALCOLALI SE POSSIBILE).

Il prossimo inverno, prima di buttarti su una nuova marca di pittura, assicurati di capire le cause del tuo problema e smetti di fare la cavia di chi vende pitture antimuffa! 😉

Scopri il KIT di ANALISI

Se stai ancora cercando di risolvere il tuo problema di muffa e hai già fatto tentativi con altri prodotti senza risolvere, è importante capire PRIMA di acquistare, quali sono le cause del tuo problema di muffa in casa e i pericoli per la tua famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *