Chi l’ha detto che le pitture termoisolanti si usano solo quando c’è Muffa ? Sei pronto ad avere una casa calda in inverno e risparmiare sui costi di riscaldamento?

Sei stanco di vivere in una camera da letto con la parete esterna perennemente fredda e piena di umidità ?

E’ normale quando la casa non ha coibentazione interna
e non è stata costruita con dei materiali isolanti

Riduci immediatamente i costi di riscaldamento con le pitture termoisolanti senza spendere un capitale e senza bisogno di pagare qualcuno per pitturare!

 

riscaldamento

Pubblico molto volentieri la mail di Vincenzo a cui qualche giorno fa ho chiesto di raccontarmi com’è andata col trattamento che abbiamo applicato 2 anni fa.

Eccola :

vincenzo
.
E’ mia abitudine ricontattare i clienti a cui vendo un trattamento antimuffa, entro 2 anni, per sapere com’è andata.

Per me è un’occasione per confermare quanto di buono promesso dal mio trattamento e raccogliere testimonianze di successo.
Ho chiesto a Vincenzo di inviarmi una mail con la sua esperienza e ovviamente tutto è andato bene.

C’è un aspetto che voglio evidenziare nella sua mail, ovvero l’ultima frase.

…noto inoltre una stanza molto più calda
Vincenzo

Chi legge questo blog è abituato ad associare le pitture termiche esclusivamente a problemi di muffa, ma non è così!

Queste pitture non nascono solo per risolvere il problema di muffa per condensa (da qui il nome “anticondensa”) ma anche per isolare termicamente stanze con pareti particolarmente fredde (“termoisolanti” appunto).

Molti che acquistano il Trattamento BASTAMUFFA hanno un chiodo fisso :

                                   ELIMINARE DEFINITIVAMENTE LA MUFFA!

(e hanno perfettamente ragione!)

Solo dopo qualche mese dall’applicazione si accorgono delle proprietà termiche di questi prodotti.

Immagina la mamma preoccupata per la muffa nella cameretta di suo figlio.
In fase di valutazione, se le parlassi degli effetti termoisolanti di questo trattamento mi direbbe che non ne ha bisogno!

A lei interessa solo risolvere il problema che mette in pericolo la salute di suo figlio, a qualsiasi costo.

In realtà la risoluzione del problema muffa e l’isolamento ottimale di una stanza sono due concetti che vanno a braccetto.

Solo isolando l’intera stanza in maniera efficace potrai risolvere il tuo problema di Muffa.

Proviamo a ribaltare la situazione.

Trovi utile risolvere il problema dei muri freddi per non doverti minimamente preoccupare della muffa in futuro ?

Detta così sembra il classico motto “prevenire è meglio che curare”, ma non è così.

Io stesso non spenderei mai un centesimo per ottenere un beneficio in futuro, senza nessun risultato visibile nel presente.

Ed effettivamente tante campagne anti-prevenzione falliscono perché non viene spiegato con precisione il rapporto tra costi e benefici che un prodotto o servizio ci offre.

Siamo un po’ tutti focalizzati sul presente, forse a volte dovremmo essere più “saggi” e pensare al futuro, sopratutto se si tratta di salute o finanza……ma di questi tempi non è facile.

Torniamo al nostro muro freddo.

Se non ho mai avuto muffa in casa, non ha senso investire soldi su una pittura antimuffa, anche se mi garantisce totale immunità a vita dal fungo.

Il motivo è molto semplice.
Se per 5-10-20 anni ho vissuto in questa casa senza avere mai un problema, perchè mai dovrei averlo tra un anno?

Vorrei però proporti un altro punto di vista sulla questione.

Quanto è efficiente il riscaldamento di casa tua e sopratutto, com’è la temperatura delle stanze che hanno una o più pareti rivolte a nord (o all’esterno) ?

Ti rispondo io sulla base della mia esperienza e poi ti faccio un esempio pratico.

La temperatura ottimale di una stanza si aggira intorno ai 19-21° C, a seconda della “sensibilità” personale. Questo valore dovrebbe restare costante tutto l’anno, sia in inverno che in estate.

Hai mai misurato la temperatura di ogni stanza con un termometro ?

Io l’ho fatto a casa mia e in alcune stanze avevo dei veri e propri sbalzi termici.
Ad esempio una camera da letto esposta a sud in estate aveva almeno 4-5 gradi in più rispetto al resto della casa.

Ricordo benissimo com’era dormire in una stanza caldissima in estate, dove nemmeno il climatizzatore riusciva a renderla più fresca.

Al contrario la cameretta meno esposta al sole, in estate era piacevolmente più fresca, ma in inverno era freddissima.

In pratica con la stessa temperatura, erogata dal riscaldamento autonomo ho sempre avuto valori diversi per ogni stanza.

Conseguenza :

  • in estate si soffriva in maniera esagerata il caldo
  • in inverno una cameretta era gelida e sono iniziati problemi tipo torcicollo e malanni stagionali

Ci tengo a precisare di non aver mai avuto muffe in questa casa.

Evidentemente, con un po’ di fortuna, lo sbalzo termico e il tasso di umidità non sono mai arrivati a livelli eccessivi.
Intanto però pativo lo sbalzo termico nelle differenti zone della casa.

La beffa si è concretizzata nell’inverno di 5 anni fa, quando mi sono trovato a impostare il termostato a 21 gradi e rilevare nella cameretta una temperatura di circa 19°C.
In pratica il consumo era più alto di quanto realmente percepito.

Stavo letteralmente sprecando energia (e soldi) per riscaldare in maniera insufficiente quella stanza.

Per risolvere avrei dovuto fare un vero e proprio investimento :

  • modificare e potenziare il sistema di riscaldamento
  • applicare pannelli a cappotto su tutte le pareti fredde di casa

Un lavoro piuttosto costoso e che richiede due interventi tecnici distinti.

Non solo.

Dopo che applichi un pannello isolante di buona qualità (e con uno spessore non trascurabile) ti si restringe ulteriormente l’ambiente e non era quello che volevo.

Era il periodo in cui ho iniziato ad appassionarmi di prodotti termoisolanti e quindi ho deciso di fare una prova nella stanza più fredda e misurare le temperature prima e dopo.

Non ho modo di mostrarti la foto della temperatura della stanza di 5 anni fa, per il semplice motivo che non avevo, come oggi, uno smartphone in tasca…..e sinceramente non ci avrei mai pensato di scattare questo genere di foto.

Però quello che ti mostro con orgoglio sono le foto attuali, del 2015, che ho scattato in due momenti diversi.
Siamo a ottobre quindi anche a Milano comincia a fare freddo.

2015-10-23 19.37.23    2015-10-23 19.37.37

Prima rilevazione : 23 ottobre

Termostato impostato in automatico per avere una temperatura di 19,5° dopo le 19.
Temperatura EFFETTIVA della stanza 20,3 C° con un guadagno di 0,8°.

 

2015-10-27 18.58.32 2015-10-27 18.58.16
Seconda rilevazione : 27 ottobre

Ho dimenticato di impostare il termostato per quel giorno e ho lasciato qualche finestra aperta per far respirare la stanza.
Non è stata una buona mossa perchè al mio ritorno la casa era molto fredda e ho dovuto attivare il riscaldamento alla massima potenza, visto che era sceso sotto i 18°C.

Dopo mezzora la temperatura effettiva è già a 18,9°C a fronte di una temperatura impostata di 18°C.

Tutto questo, rappresentato in maniera artigianale, è per farti capire cosa succede in una stanza rivestita con una pittura termica.

Se hai qualche dubbio ti invito a fare la stessa prova a casa tua.

E’ semplicissimo e non richiede apparecchiature sofisticate. Basta un orologio con sensore di temperatura.

Prova a monitorare la temperatura della stanza più fredda e osserva la differenza tra temperatura del termostato e quella realmente percepita.

Lascio a te tirare le conclusioni.

Ecco un’altra mail che ho ricevuto da Massimiliano,  un mio cliente che ha applicato il nostro Trattamento e ha visto rialzarsi la temperatura della sua stanza di almeno 2 gradi.
massimiliano

 

 

 

 

Puoi immaginare cosa comporta abbassare la temperatura del tuo termostato anche di un solo grado, per un anno intero?
Forse non diventerai ricco, ma sicuramente vivrai in un ambiente più confortevole e salutare. Magari ti potrai offrire un paio di pizze in più con la tua famiglia.

Dimenticavo, anche questo puoi farlo tu senza bisogno di maestri imbianchini o santoni del risparmio energetico!

 

========================================

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *