Scopri perchè il tuo prossimo trattamento antimuffa deve essere TASSATIVAMENTE certificato A+ e a basso contenuto VOC

Sta diventando di attualità un argomento a me molto caro, visto che riguarda pienamente il settore in cui opero.

Mi riferisco alla famigerata “SINDROME DELLA CASA MALATA“.

Prova a riflettere su questi dati.

Ogni giorno respiriamo 15 metri cubi d’aria. La maggior parte di noi trascorre almeno 14 ore in ambienti chiusi. Il 20% della popolazione occidentale soffre di Sindrome dell’Edificio Malato, che provoca cefalee, intossicazioni, allergie, infezioni.

Non lo dico io, ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per questo ho scelto di utilizzare nel nostro trattamento solo prodotti a bassissimo contenuto di C.O.V., Composti Organici Volatili di origine chimica, proprio perché ho fatto mente locale e voglio proteggere la mia e la tua salute dall’inquinamento da interni.

Che tu ci creda o no, l’aria che si respira all’interno delle nostre abitazioni, dei nostri uffici, delle aule dei nostri figli è dalle 5 alle 10 volte più inquinata di quella esterna.

Non pensi che sia il momento di cambiarla?

Cosa rende così speciale una pittura certificata A+

formaldeide-free

Queste pitture di nuovissima generazione hanno un contenuto molto basso di sostanze nocive come Toluene e Acetaldeide, non contengono Formaldeide e sono prodotte in piena conformità con la direttiva dell’Unione Europea in materia di emissione di sostanze volatili inquinanti durante e dopo l’applicazione.

Non ci si può accontentare di un prodotto che abbia un basso contenuto di sostanze tossiche quando si apre il barattolo e poi chissà succede!

E’ risaputo che TUTTE le pitture rilasciano successivamente all’applicazione delle sostanze tossiche, in quantità più o meno alta.

L’etichettatura A+ indica la quantità di sostanze volatili inquinanti emesse nell’aria durante e dopo l’applicazione, su una scala di classi che vanno da A+ (emissioni molto basse) a C (emissioni elevate).
I rilievi vengono effettuati dopo 28 giorni dall’applicazione.

Pochissimi prodotti sul mercato hanno questa certificazione sulla latta, che affianca quella obbligatoria di indicare il valore dei VOC (che va da una scala da 0 a 30 grammi per litro).

Come ho scelto i prodotti che compongono il trattamento Bastamuffa ?

Una volta scoperta l’esistenza della certificazione A+, che per la cronaca è una normativa di riferimento in Francia, ho cercato tutti i prodotti con questa etichettatura.

Il risultato è stato desolante.

Ne ho trovati solo cinque.

Ma si trattava di pitture tradizionali, quindi non adatte al nostro trattamento contro la muffa.

Dopo tante ricerche finalmente ho trovato un paio di prodotti che rispondevano a due caratteristiche ben precise :

  • Livello di VOC inferiore a 1
  • Certificazione A+

Insomma il massimo possibile in fatto di pitture a basso livello di sostanze tossiche.

Quando farai confronti sul prezzo di questi prodotti e ti accorgerai che costano molto di più della pittura termica del supermercato, ricorda anche questo aspetto.

Stiamo affrontando la muffa che è una vera e propria minaccia per la nostra salute.

Ma non possiamo farlo con dei prodotti che contengono biocidi, formaldeide ed altre sostanze tossiche che da un lato eliminano la muffa ma dall’altro rilasciano sostanze PERICOLOSE per la salute dopo che le abbiamo applicate.

Insomma, il rimedio può essere peggiore del male, a volte.

Questo concetto è valido per TUTTI, non solo chi ha un bambino in casa e si sente in “dovere” di tutelarlo.

classe a+

Ecco la famigerata lista dei composti tossici (e cancerogeni) da tenere d’occhio, contenuti nelle pitture.

Qui sotto ti indico qualche link dove puoi approfondire l’argomento :

Acquisizione regione 23
http://www.corriere.it/salute/09_settembre_13/arredamento_irritante_salute_sparvoli_62698036-a03e-11de-8194-00144f02aabc.shtml

FORMALDEIDE 
http://www.clicmedicina.it/pagine-n-38/01945-Formaldeide.htm

DOSSIER LEGA AMBIENTE
http://www.viviconstile.org/upload/vivi-con-stile/materiali/formaldeide-dossier-2006.pdf

ACETALDEIDE
acetaldeide

fonte : Acetium.com

TOLUENE
toluene
FONTE : Wikipedia

Il Toluene è un solvente aromatico. Nel 1847 è stato isolato  quindi ricavato per distillazione dal catrame. Può avere effetti tossici durante il suo uso. Infatti dopo svariati studi si è arrivati alla conclusione che l’inalazione di elevate concentrazioni del composto possono danneggiare i reni, i nervi e probabilmente il fegato. L’inalazione produce sintomi come stanchezza, nausea, confusione e può portare alla perdita di coscienza, mentre un contatto regolare può produrre intossicazione e reazioni allergiche ed irritative alla cute e irritativi per gli occhi.

TETRACLOROETILENE

Acquisizione regione 28
FONTE : Tuttoanalisi.it

XILENE
Acquisizione regione 23
FONTE : Wikipedia

STIRENE
Acquisizione regione 25
FONTE : Wikipedia

Io mi fermerei qui.

Credo tu sia disgustato da quanto letto, tanto quanto lo sono stato io mentre cercavo notizie riguardo questi composti che si trovano praticamente ovunque, spesso anche nei cibi.

Spero che questo ti faccia capire quanto sia serio il problema.

Finalmente qualcosa si è mossa e da qualche anno i produttori sono costretti a dichiarare il livello di queste sostanze nelle loro pitture.

Ma evidentemente non bastava.

Con la nuova certificazione A+, questi valori sono ancora più bassi ma sopratutto sono misurati e anche un non esperto è in grado di capire cosa sta applicando in casa propria.

Ecco perché esigo che ogni prodotto che vendo, se possibile, abbia questa certificazione.

Al momento purtroppo, la certificazione A+ non è obbligatoria in Italia e quindi il 98% dei prodotti non mostra questa etichetta, visto che moltissimi prodotti rientrerebbero nella classe C.

Nessun produttore vorrebbe mai ammettere che ci sta fornendo dei prodotti con un alto contenuto di sostanze tossiche.

Dopo tanti concetti scientifici, piuttosto noiosi, spero l’articolo ti sia utile per riflettere e avere più consapevolezza nella scelta della prossima vernice che applicherai a casa tua.

Viste le pressanti richieste di alcuni clienti, ho inserito in catalogo una pittura che non fa parte del nostro trattamento (sacrilegio!) ma che è certificata A+.
Nel caso tu debba pitturare una stanza che non ha mai avuto problemi di muffa e vuoi un prodotto altrettanto sicuro e certificato, ci puoi contare insomma 😉

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *