Trattamento antimuffa Ecologico: scegli le pitture SENZA Formaldeide

carneDevo ammettere che sto scrivendo questo articolo di getto, dopo aver ascoltato l’ennesimo telegiornale del 26 ottobre 2015, dove la notizia di prima pagina è la seguente :

 

 

La carne lavorata è cancerogena, ha detto l’OMS. Si parla di wurstel, affettati e bacon, sostiene un nuovo atteso rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ma ci sono brutte notizie anche sulla carne rossa”
Il Post

Ovviamente non è questa la sede per fare commenti sulla notizia. Sicuramente si parla di qualcosa risaputo ma credo proprio che dovrò rivedere da domani le mie abitudini a tavola, per il mio bene.

In realtà stavo preparando questo articolo da qualche giorno, ma questa ennesima notizia shock è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

E’ incredibile quante minacce ci circondano e quanto queste siano figlie dell’epoca di benessere in cui viviamo.

Sicuramente mio nonno che ha combattuto la seconda guerra mondiale avrebbe sognato di mangiare una bistecca alla fiorentina quando il massimo della vita era un tozzo di pane. Noi invece l’abbiamo bandita perchè ritenuta pericolosa per la salute.

O forse si sarebbe fatto qualche scrupolo nel mangiare i salumi e la carne realizzata nel suo piccolo allevamento perchè potenzialmente cancerogeni?

Siamo bombardati di informazioni ogni giorno dalla tv, ai giornali ma sopratutto dalla rete.
Tra tutte le notizie che leggiamo e ci fanno allarmare ci sono tantissime bufale (vedi link di notizie assurde che alcuni amici condividono inconsapevolmente su facebook) ma anche tante notizie assolutamente vere ed utili.

Fatta questa doverosa (e lunga) premessa, vado a spiegarti i motivi di questo articolo dal sapore vagamente polemico.

Ebbene si, anche il settore pitture sta vivendo una fase di cambiamento
.
Da quando l’Unione Europea nel 2007 ha imposto un tetto massimo alla quantità di sostanze inquinanti contenute nelle pitture, si è aperta una vera e propria gara tra i produttori a chi ce l’ha più ecologica (la pittura!).

Questo non può che fare bene al pianeta ma sopratutto alla nostra salute.
Ti sei mai chiesto come mai le pitture di un tempo (quelle degli anni 80 ad esempio) erano così bianche, resistenti, non si sporcavano mai ecc ecc, mentre quelle di oggi sembrano scadenti in confronto, anche se più costose ?

SEMPLICEMENTE ai tempi non esisteva un controllo su cosa veniva messo dentro le pitture. Hai presente la storia dell’amianto ?
Solo dopo qualche decennio abbiamo saputo la verità e bandito quel prodotto assassino dal mercato.

Per fortuna oggi tutte le pitture devono essere “praticamente” ecologiche per legge. Lo impone l’Unione Europea no?

Ma c’è un aspetto forse sottovalutato che ti invito a considerare, quando leggi di una nuova pittura o trattamento antimuffa ecologico sul mercato.

La mia domanda è :

Se il nuovissimo prodotto è super ecologico, sicuro, amico dell’ambiente ecc ecc, qualcuno mi vuole spiegare cosa c’è dentro la “vecchia” pittura che la stessa marca mi ha venduto fino a ieri ?

Questo è il dubbio che è mi venuto sfogliando una rivista di fai-da-te quando ho visto delle pitture con questa etichetta :

Pollution_Aplat

Preparati perchè a breve lo troveremo su qualsiasi pittura, colla, pavimento, detersivo e prodotto chimico che usiamo dentro casa.

In Francia, dal 1° Gennaio 2012 i prodotti da costruzione sono muniti di un’etichetta che certifichi, in modo semplice e diretto, il livello di emissioni di composti organici volatili.
Il livello di emissione del prodotto sarà indicato da una classe che andrà da A+ (emissioni molto basse) a C (emissioni elevate), secondo il principio già utilizzato per gli elettrodomestici e i veicoli.

In Italia non abbiamo nessuna legge che impone questa etichettatura, quindi i produttori più virtuosi hanno deciso di sottostare a questa certificazione francese per poter vendere dei prodotti sempre più ecologici e rispettosi dell’ambiente.

Una splendida notizia no ?

Meravigliosa e ti confesso che quando ho scoperto l’esistenza di una pittura termoisolante con certificazione A+ non potevo credere ai miei occhi!

Finalmente il nostro prodotto di punta per i trattamento antimuffa diventava ecologico certificato.

Trattamento antimuffa ecologico

Ecco l’etichetta riportata sulla latta.

Ma un’altra domanda mi sorge spontanea :

Se questa pittura non contiene sostanze dannose per la salute, persino la pericolosissima Formaldeide, allora cosa contengono le altre pitture che non hanno questa etichettatura ?

Cosa c’è dentro i prodotti che usiamo e abbiamo usato senza preoccuparci finora?

Cos’è la Formaldeide ? (fonte Wikipedia)

Effetti sulla salute umana

Dato il largo impiego di resine derivate dalla formaldeide nelle produzioni di manufatti, rivestimenti e schiume isolanti, considerato che queste tendono a rilasciare nel tempo molecole di formaldeide nell’ambiente, la formaldeide è uno dei più diffusi inquinanti di interni. A concentrazioni nell’aria superiori a 0,1 ppm può irritare per inalazione le mucose e gli occhi. L’ingestione o l’esposizione a quantità consistenti sono potenzialmente letali. La cancerogenicità è stata accertata sui roditori, dove la formaldeide provoca un tasso di incidenza di cancro al naso ed alla gola superiori al normale; la formaldeide è in grado di interferire con i legami tra DNA e proteine.

L’Associazione Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene per la specie umana. Va considerato che le concentrazioni di formaldeide presenti normalmente all’interno degli edifici sono generalmente basse, mentre vanno accuratamente valutati i rischi per gli addetti alle lavorazioni industriali che impiegano formaldeide.

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato, come limite massimo di concentrazione accettabile di formaldeide in casa, 100 microgrammi / metrocubo (pari a 0,1 parti per milione – ppm). Fino al momento in cui il prodotto è stato bandito, alcuni derivati sono stati usati per le pastiglie Formitrol per il mal di gola.

 DOVE SI TROVA LA FORMALDEIDE :

DERIVATI DEL LEGNO
Come collante


DETERSIVI, SAPONI, SHAMPOO
come conservante


DEODORANTI
come conservante

COSMETICA, SMALTI, TINTURE, FONDOTINTA, MASCARA, DENTIFRICIO 
Come conservante


TESSUTI
Come solvente


FUMO DI TABACCO
Sigarette e sigari

CARTA DA PARATI, PITTURE MURALI, CARTE SPECIALI – CARTA PER ALIMENTI
Come conservante / anticorrosivo 

PELLICOLE FOTOGRAFICHE
Come indurente 

INDUSTRIA ALIMENTARE CROSTACEI – PRODOTTI AFFUMICATI – FORMAGGI – MELE
Come conservante – Colorante (ad esempio additivo E240) 

Onestamente prima di scoprire l’esistenza di una pittura SENZA formaldeide non mi ero mai chiesto cosa fosse questa pericolosa quanto diffusa sostanza chimica.

Adesso che l’ho scoperto, non posso fare a meno di chiedermi in quanti prodotti di uso comune che ho in casa si trova e sopratutto in quelli che vendo!

Questa è la tabella rilasciata dal produttore coi valori delle sostanze volatili contenute nella pittura termoisolante :

VOC

Questa invece è la scheda della nostra guaina termica :

Non è mia intenzione fare terrorismo psicologico ma onestamente i numeri di questa pittura sono a dir poco clamorosi.

Alla luce di queste informazioni, accetteresti mai di applicare in casa tua una pittura economica di classe C  che ha 12 volte più Formaldeide di una pittura di Classe A+ ?

La prima cosa che ho fatto, il giorno dopo questa scoperta, è stata telefonare tutti i miei fornitori e chiedere spiegazioni riguardo il contenuto di tutte le pitture che mi hanno venduto finora.

Non ti nego che molti non mi hanno saputo dare una risposta esauriente, altri non sono ancora pronti con un prodotto adeguato.

A questo punto ho preso la decisione di interrompere immediatamente la fornitura di prodotti che non fossero completamente sicuri per la salute dei miei clienti.

Ho dovuto fare alcune scelte dolorose, smettendo di vendere dei prodotti ottimi e dal prezzo conveniente, perchè non completamente ecologici.

Ci tengo a precisare che puoi stare tranquillo su quello che hai utilizzato finora. Anche un prodotto che ha il massimo di composti volatili consentiti è comunque “accettabile” e non rischioso.

Ma perchè rischiare per risparmiare qualche euro usando prodotti che non sono di classe A+ ?

2015-09-30 09.20.302015-09-29 18.02.492015-09-29 18.02.01

Col mio cellulare ho scattato le foto dei 3 prodotti di fondo che usiamo per il trattamento antimuffa ecologico BASTAMUFFA e come puoi vedere hanno max 1g di COV (le sostanze volatili emesse dalla pittura), quindi un valore davvero insignificante.

I prodotti che uso nei miei trattamenti ovvero :

  • DISINFETTANTE,
  • FISSATIVO,
  • PITTURA ANTICONDENSA
  • GUAINA TERMICA

hanno valori di COV (o VOC all’inglese) inferiori a 1.

E i prodotti che hai usato finora?

Posso quindi tranquillizzarti dicendo che TUTTI i prodotti che compongono il trattamento BASTAMUFFA sono perfettamente compatibili con questa nuova normativa, che finalmente ci permette di capire cosa c’è dentro le pitture che usiamo in casa.

Qualunque sarà la tua scelta, ricorda sempre di leggere l’etichetta delle pitture e pretendere un prodotto sicuro ed ecologico per la salute dei tuoi cari.
Non è nemmeno una questione di spesa perchè il costo del prodotto non è più alto, ma semplicemente si tratta di scegliere i produttori che seguono politiche virtuose in favore dei loro clienti.

Se forse il dilemma sulla carne rossa cancerogena è più complicato da risolvere, nel settore delle pitture è tutto molto chiaro.

Basta leggere l’etichetta!

Spero che questo articolo ti abbia chiarito qualche dubbio ma sappi che  è solo il primo di una lunga serie, visto che l’argomento “inquinamento domestico” è più serio di quanto si pensi.

Sapevi che l’aria di casa è fino a 5 volte più inquinata di quella esterna piena di smog che tanto ci fa paura ?

Questo valore dipende anche dalle emissioni rilasciate da tutto quello che c’è in casa, pitture comprese.

 

========================================

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *