Perchè si forma la muffa dietro i mobili e gli armadi

Se sei un marito che ha l’incubo di essere trascinato all’Ikea da tua moglie per comprare un mobile nuovo, leggi cosa succede quando trascuri un problema di muffa dietro un armadio.

Partiamo dalla fine.

Ecco cosa è successo ad un nostro cliente alle prese con muffa dietro un armadio appiccicato ad una parete fredda senza ricambio d’aria.

Armadio da buttare, vestiti contaminati…

….e parete da disinfettare per evitare rischi di salute (visto che ci troviamo in una camera da letto).

E se invece ho una cabina armadio?
Ancora peggio!!

 

Questa foto l’ho scattata personalmente durante un sopralluogo a Milano e ho ancora i brividi nel ricordare l’odore fortissimo di muffa che ho sentito entrando in quella casa

Torniamo alla domanda iniziale.

Perchè si forma la muffa dietro un armadio o un mobile?

Principalmente per una ragione.

Il mobile è attaccato a una parete rivolta verso l’esterno e non c’è sufficiente spazio tra il mobile e il muro per un ricambio d’aria adeguato.

Finchè fa caldo, tutto bene.

Quando arriva l’inverno e ci chiudiamo in casa per il freddo, ecco che iniziano i guai.

I calore generato dai nostri riscaldamenti quando tocca pareti più fredde crea la condensa.

A peggiorare il problema il nostro mobile che impedisce una regolare traspirazione e quindi l’umidità in eccesso di accumula dietro l’armadio.

Ed ecco che la muffa inizia a svilupparsi.

A differenza della classica muffa da condensa che si forma intorno alle finestre o in un angolo, in questo caso abbiamo un problema enorme.

Non ci accorgiamo che dietro l’armadio si sta formando muffa.

Immagina la cameretta a ponte di tuo figlio.

Come puoi ispezionare la parete dietro il mobile?

Ed ecco che dopo anni di tranquillità apparente, una mattina tua moglie avverte uno strano odore aprendo il mobile.

Non vede muffa dentro l’armadio o sui vestiti ma sente un forte tanfo di fungo.
E’ la muffa.
Così, vai per smontare in qualche modo l’armadio e alla fine riesci a liberare la parete.

Questa è l’amara scoperta.

La muffa si è formata esclusivamente nella zona coperta dall’armadio, persino sul pavimento.

Cosa fare in questi casi per evitare problemi peggiori?

Buttare l’armadio o al massimo sostituire il pannello ammuffito se il resto del mobile è salvo.

Onestamente io non mi metterei a “pulire” il retro del mobile nella speranza che la muffa sparisca con un colpo di straccio.

Ricordati che la muffa non è un sporco da pulire e anche se con la candeggina la macchia verde “viene via”, stai solo diffondendo le spore della muffa (che causano allergie e asma) nel resto della stanza!

Attenzione quindi…

E se volessi sapere se c’è muffa dentro l’armadio o nel resto della stanza anche se non la vedo?

Con i miei clienti faccio sempre fare un test della muffa nell’armadio e nella stanza per rilevare presenza di spore invisibili a occhio nudo ma che si potrebbero sviluppare

Utilizziamo il nostro Kit di Analisi, che al suo interno contiene due piastre Petri specifiche per coltura di muffa e un tampone.

Basta lasciarle nella stanza per 2 ore e nel giro di una decina di giorni crescerà la muffa presente nell’aria come vedi in foto.

In questo modo possiamo fare un’analisi che ci permette di vedere con i nostri occhi il livello di contaminazione della stanza e degli oggetti.

Cosa fare una volta scoperto che c’è muffa nella camera ed evitare che anche il nuovo mobile faccia la stessa fine?

Questa è una decisione “difficile”.

Spendere qualche euro per uno spray alla candeggina e una pittura antimuffa e riportare tutto a bianco, correndo il rischio che l’anno prossimo il problema si ripresenta?

Quanto costa sostituire un mobile o un armadio?

Sicuramente qualche centinaio di euro.

E ricomprare i vestiti ammuffiti che non ti senti più di usare?

Idem, altri soldi da spendere.

Ti sconsiglio di affidarti a rimedi temporanei apparentemente economici perchè il costo di rifare il guardaroba e ricomprare un armadio è di gran lunga superiore ad un trattamento risolutivo e garantito.

Come procedere quindi?

Prima di comprare prodotti inefficaci per il tuo problema, fai una valutazione della muffa e scopri le cause del problema di condensa dietro i mobili e nelle zone più fredde della stanza.

Dopodiché agisci con un trattamento che renda la stanza isolata da sbalzi di temperatura e segui questi consigli:

  • evita di posizionare i mobili nelle pareti più fredde senza un minimo di distanza dal muro
  • non stendere panni umidi nelle camere da letto
  • non lasciare piante con acqua nel vaso
  • fai un adeguato ricambio d’aria (che non vuol dire tenere le finestre aperte o fare buchi nelle pareti)
  • controlla temperatura e tasso di umidità
  • non riscaldare la stanza eccessivamente per non aumentare la formazione di condensa

Cosa ricaviamo da questa storia?

MAI sottovalutare la muffa, soprattutto quando è agli inizi e sembra un semplice puntino nero.

Se dal tuo armadio o mobile intravedi tracce di muffa, spostalo subito e controlla cosa c’è dietro.

Se avverti un odore sgradevole che arriva proprio dai mobili, non fare finta di niente!
Si sta formando della muffa che potrebbe rovinarti la salute e farti spendere un sacco di soldi per riparare ai danni.

Aprire le finestre non basterà a risolvere il problema!

La candeggina non è la soluzione miracolosa che molti credono.
E’ un composto chimico, tossico e corrosivo e non risolve le cause del problema, ovvero la condensa.

Ti suggerisco di non usarla negli ambienti interni e adottare una soluzione che sia efficace per uccidere le spore della muffa e non contenga cloro, biocidi e formaldeide.

Concludo con una domanda.

QUANTO HAI SPESO NELL’ULTIMO ANNO PER COLPA DELLA MUFFA?

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *