Muffe da Incubo 1 – E tu ? Sei abbastanza coraggioso da vivere in una casa con la muffa?

Benvenuto nella sezione più spaventosa di questo Blog.

Quella che potrebbe non farti dormire la notte pensando alle storie reali raccontate in ogni articolo.

Se hai già visto il trailer di presentazione e pensi di essere in un film Horror, ti sbagli….ma ci sei andato vicino.

In questa nuova rubrica, chiamata MUFFE da INCUBO, racconterò le peggiori storie che riguardano la muffa.

Molte di queste sono casi reali di muffe che hanno colpito i nostri clienti e quindi avrai anche un’analisi di come abbiamo sconfitto la Muffa più tenace.

In altri casi, racconterò fatti di cronaca e ti darò dei preziosi suggerimenti per non diventare tu il prossimo protagonista di

MUFFE da INCUBO 

Iniziamo con il primo caso di Muffe da Incubo.

Come bene immagini, oltre che scrivere articoli sul mio blog, sono sempre molto interessato a scoprire cosa scrivono le altre persone sul mondo della muffa.

Mi interessano i prodotti, le problematiche delle persone, le spiegazioni dei prodotti.

Qualche giorno fa, cercando su Google delle novità su trattamenti antimuffa, sono finito per caso in questo articolo terrificante.

Acquisizione regione 3
FONTE : IlcittadinoMB.it

Questo è solo un estratto. Ti consiglio di leggerlo dopo con calma, cliccando sul link qui sopra.

Quello che mi ha colpito maggiormente è che, per la prima volta, un problema di muffa in un’abitazione diventa un fatto di cronaca.

Considera che io ogni giorno sento di storie come questa, però leggerla su un giornale mi ha fatto uno strano effetto.

È come se, all’improvviso, il mio settore di nicchia fosse diventato davvero un problema reale.

Se ne parlano i giornali vuol dire che non sono solo io e i miei clienti, i pazzi che percepiscono il pericolo della muffa.

Perfino i giornali ne parlano: lo sanno tutti!

Tutto quello che sento dai clienti tutti i giorni è raccontato in questo articolo.

Case con infiltrazioni d’acqua, muffe su pareti, danni gravi all’arredamento e problemi di salute.

Cito la frase che rende meglio il concetto

deterioramento inarrestabile dell’immobile con formazioni di muffe,
scrostamenti e altre condizioni di disagio
Il cittadino MB

Ma questa volta qualcuno si è ribellato.
.
Il dettaglio che mi ha fatto rabbrividire è quando il sig. Gennaro racconta che ogni mattina scrosta la muffa con lo spazzolino!

No!

Eppure io lo scrivo che non si fa!

Almeno tu, se ti capita questo, non toccare quella muffa!

Il sig. Gennaro, intanto, si ritrova con il suo armadio marcito e da buttare e a vivere in un ambiente che lo portano a condizioni di vita precarie.

Questo è il prezzo da pagare per una “convivenza” con la muffa.

Purtroppo trattandosi di una casa popolare, la qualità costruttiva dell’abitazione non è eccellente.
L’esperienza mi insegna però, che persino case costruite con tutti i criteri possibili, con cappotto esterno, serramenti super e CERTIFICATE CLASSE A, soffrono di problemi di muffa e condensa.

E in quei casi il problema è drammatico perché si finisce in tribunale!

L’articolo che ho riportato in questo post, evidenzia un aspetto fondamentale, da troppi sottovalutato:

la SALUBRITÀ della casa.

È vero: si tratta di un concetto complesso e per questo mi aiuto col dizionario.

Salùbre significa “che fa bene alla salute” e “salutare”.

Riferito al nostro contesto, vivere in una casa SALUBRE significa, molto semplicemente, vivere in un appartamento senza muffa e senza rischi di ammalarsi per aver respirato spore o micotossine tossiche che svolazzano indisturbate nell’aria solo perché le abbiamo spolverate o prese a colpi di spazzolino come il sig. Gennaro.

Devi sapere che in America, fin dagli anni 80, c’è una grande discussione sull’argomento “Casa Salubre”.

Negli Stati uniti è stata riconosciuta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) una nuova malattia detta Sindrome della casa Malata.


In poche parole è la conseguenza dell’esposizione prolungata a sostanze chimiche presenti nelle nostre abitazioni come:

  • colle usate per tappezzerie e mobili,
  • toner di stampanti e fotocopiatrici,
  • prodotti spray, detersivi, disinfettanti e insetticidi,
  • spore di funghi, muffe e lieviti provenienti da murature umide,
  • vernici per decorare soffitti e pareti.

Lo so, sono argomenti terrorizzanti.

Forse anche tu sei a rischio, forse la strana tosse o le difficoltà a respirare che ogni tanto prendono te o i tuoi figli, non è una semplice allergia.

Attenzione: sai che sono molto attento alla mia famiglia e non farei mai del basso terrorismo psicologico.

Ma a me questa cosa ha spaventato e personalmente, ma probabilmente, per il lavoro che faccio, è un argomento che mi sta molto a cuore.

Approfondirò l’argomento della Sindrome da Casa Malata in uno dei prossimi articoli, visto che ci riguarda da vicino!

Mi raccomando, continua a documentarti su qualunque fonte sui rischi e sui danni che crea la muffa e non sottovalutare il problema.

Solo con l’informazione si può prendere coscienza del problema e affrontarlo con successo.

 

 

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *