Muffe da Incubo 15 – Il peggiore caso di muffa che ho mai affrontato [VIDEO]

Sei pronto a vedere uno spettacolo della natura così disgusto da non sembrare vero?

No, non è una puntata di Case da Incubo ma una giornata di ordinaria follia nel mondo di Bastamuffa.

Se non hai ancora mangiato ti suggerisco di non proseguire con la lettura di questa storia (io ti ho avvisato eh!).

 

Partiamo dall’inizio.

Spero non ti dispiaccia ma preferisco esprimermi con i video e metterci la faccia, piuttosto che scrivere fiumi di parole.

In questo video ti racconto in 3 minuti il viaggio  dal nostro ufficio verso il luogo del delitto : un appartamento in provincia, letteralmente ricoperto da muffa.

Di solito non esco per un sopralluogo ma stavolta era necessario.

C’era una famiglia in pericolo per un problema di muffa che gli stava rovinando la vita da 8 anni.

 

Arrivo a casa della cliente e questa è la situazione che ho trovato :

 

Pazzesco vero?

Permettimi di mostrarti il video sopralluogo e poi ti spiego la situazione.

Ci troviamo in un appartamento di circa 70mq con esposizione su 4 lati (più il soffitto che da sul terrazzo).

Insomma il quadro peggiore.

Peccato perchè da fuori è una bellissima casa!

Mi sono portato dietro la mia fidata borsa degli attrezzi e un bel test della muffa, per accertarmi di non avere a che fare con Aspergillus e altri ceppi di muffa tossica (non che gli altri siano meno pericolosi eh!).

Termometro laser, Termocamera per Iphone, rilevatore di metalli, Misuratore laser, Test della muffa…..e una mascherina FP3.

A questo una domanda sorge spontanea : come si è potuti arrivare fino a questo punto in 8 anni?

Purtroppo questa casa soffre di gravi problemi “climatici”, nel senso che le pareti rivolte verso l’esterno sono talmente poco isolate che in inverno con il riscaldamento acceso si forma il classico fenomeno della condensa sui muri.

I tentativi fatti dai padroni di casa sono stati nell’ordine :

  • pulire con candeggina
  • imbiancare nel 2007

Fine dei tentativi.

Purtroppo in casa c’è un ragazzo che soffre di asma e fastidi respiratori CRONICI che ogni inverno lo costringono a fare avanti e indietro in ospedale.

Con questa muffa chi non si ammalerebbe?

Il quadro è davvero complesso e dopo aver preso le misure di tutta la casa e fatto un bel po’ di domande alla padrona di casa, ritorno in ufficio.

Ci sarebbe voluto il massimo del potere isolante del nostro trattamento per risolvere un caso così difficile.

Allo stesso tempo dovevamo tutelare la salute degli abitanti della casa (e del loro simpaticissimo cane) per evitare di intossicarli con prodotti chimici pericolosi per la salute.

Insomma, niente candeggina. Ormai dovresti averlo capito se mi segui da un po’.

La cosa veramente drammatica è la cabina armadio con tanto di vestiti e la muffa a pochi centimetri.

Come ci si può abituare a convivere con un ospite così pericoloso?

Ti svelo il finale della storia prima che guardi il video.

La padrona di casa ha scelto alla fine di fare un altro intervento, meno costoso e meno impegnativo.

Da un lato la capisco.
La spesa per bonificare 70mq centimetro per centimetro, applicare un fondo disinfettante, un rivestimento termico ad alto potere isolante e ulteriori due passate di finitura termica era MOLTO COSTOSO.

Ho fatto le mie considerazioni nel terzo video della serie che ti invito a vedere fino alla fine.

Ma quanto avrebbero speso se avessero preso il problema sul nascere?

Te lo dico io.

Una sciocchezza.

Ho voluto raccontare questa storia, anche se alla fine non abbiamo fatto il lavoro e ho investito sull’analisi di questo caso parecchio tempo e denaro, per dare un avviso a chiunque si trovi a che fare con la muffa e sensibilizzare chi segue questo blog che non è nascondendo la testa sotto la sabbia che il problema della muffa che c’è in casa si risolverà.

Qualunque sarà la tua scelta, il mio consiglio è sempre lo stesso.

AGISCI e blocca l’avanzata della muffa sul nascere.

Se sei appassionato di candeggina e spray antimuffa tossici puoi lavare le pareti colpite da muffa finchè il muro non torna bianco.

Magari non otterrai nessun risultato ma non sarai rimasto immobile contro la muffa.

Ovviamente avrai capito che la mia era una provocazione.

Non esiste un solo modo per sconfiggere la muffa, anche se il tuo imbianchino o colorificio di fiducia ti ripetono sempre:

“con questo prodotto mi trovo bene e lo uso con tutti i miei clienti”

Il tuo caso è differente.

Questo caso è differente.

Ogni malattia richiede una cura specifica e la muffa è la malattia della casa.

Le cause scatenanti della muffa dipendono dal tipo di costruzione, dal clima in cui si trova e da tanti altri fattori ambientali.
Spiegatemi com’è possibile rifilare sempre la stessa pittura raccontando che funziona per tutti i casi di muffa.

Io ho scelto fin dal 2010 di affrontare la muffa con un’analisi online o sul posto che REGALO al cliente.

Solo dopo aver capito le cause che scatenano il problema possiamo permetterci di prescrivere una cura.

Chi ti vende un prodotto senza prima aver “studiato” il tuo problema, sta solo giocando con i tuoi soldi una scommessa che potrebbe non vincere.

Questo è il bello o il brutto del fai-da-te. Scegli tu e il destino del lavoro sono solo nelle tua mani.

A meno che tu non decida di farti affiancare da uno specialista che ti permetta di vincere la tua battaglia, senza toglierti il piacere di farlo con le tue mani.

 

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *