Muffe da Incubo 4 – Come fare due danni pensando di fare una cosa buona: Perché la Candeggina corrode le tue pareti ma non uccide la muffa

20150915060706 (4)

Più fotografie ricevo, più mi rendo conto che tantissime persone mettono a rischio la loro salute convivendo con la muffa in casa.

Alcune muffe sono poi degne di attenzione per la loro originalità.

Come per esempio, il caso di oggi.

Una muffa “inedita” sul soffitto di una casa in provincia di Viterbo.

Quando ho ricevuto le foto, pensavo si trattasse di un’infiltrazione d’acqua che lascia la classica macchia di umido e poi diventa muffa.

MI SBAGLIAVO!

Parlando col proprietario ho scoperto cosa stava realmente succedendo in quel soffitto grazie ad altre immagini.

20150915060706 (2)

In pratica il soffitto si sta scrostando e in alcuni punti la vernice è letteralmente consumata, ma non si tratta di perdita d’acqua.

MOLTO PEGGIO!

La moglie, per evitare l’avanzata della muffa, ha sempre usato (con cadenza regolare) il classico spruzzino antimuffa a base di candeggina.

Nel mio blog abbiamo spesso parlato di questo genere di prodotti e abbiamo visto come purtroppo, oltre al cloro, contengono altre sostanze irritanti che alla lunga consumano la pittura e il risultato è visibile sotto i nostri occhi.

20150915060706 (1)

Purtroppo la beffa di questo trattamento, che all’inizio sembra corretto e risolutivo, è che alla fine si è riformata ancora più muffa sopra la vernice corrosa e adesso rimediare diventa ancora più complicato e rischioso.

20150915060707
Il dettaglio ci mostra come la muffa si è riformata proprio sotto la parte consumata (il soffitto è bianco!).

Qualcosa però, bisogna pur farla.

A questo punto bisogna agire con molta cautela su quella muffa :

  • Non toccare mai la muffa con carta vetrata, stracci o pennello. La diffonderesti nell’ambiente e nel tuo apparato respiratorio e questo ti porterebbe a rischio di allergie ed asma.
    .
  • Prima di grattare la vernice che si stacca bisogna disinfettare la parete con un principio attivo liquido, in modo da poter lavorare in sicurezza.
    .
  • Dopo aver disinfettato è possibile, con molta cura, asportare i vecchi strati di vernice consumati dalla candeggina e ripristinare il soffitto con stucco e fissativo.

Giusto per non dimenticare, ti invito a dare un’occhiata al video che trovi qui sotto dove in 5 minuti ti spiego tutto quello che c’è da sapere sulla candeggina usata come “antimuffa”.
Guarda caso è uno dei più visti e criticati dalle lobby della candeggina 😀 (e i loro estimatori).

Ma torniamo al nostro lavoro.

Dopo questa fase di “bonifica”, il nostro soffitto torna sano e liscio e quindi siamo pronti ad applicare il trattamento antimuffa adeguato a base di prodotti termoisolanti.

Nonostante il fenomeno si è verificato solo sul soffitto, consiglio sempre di trattare tutta la stanza con la vernice termoisolante in modo da azzerare ogni rischio di muffa in altre pareti (apparentemente) meno fredde.

Quello che abbiamo imparato da questa situazione è che l’uso continuativo degli spray a base di candeggina è dannoso per due motivi :

  1. Fa male alla salute perché rilascia nell’ambiente sostanze tossiche (non a caso nelle etichette lo scrivono a caratteri cubitali).
    Ne parlo in dettaglio nell’articolo Muffa e Candeggina : scopri i 7 “benefici” che non ti aiuteranno a sconfiggere la muffa e potrebbero anche rovinarti la salute
    .smuffy_doccia
    .
  2. Danneggia gravemente la parete dove viene applicato.
    Non lo avresti mai detto ma è così: la candeggina è una sostanza corrosiva per la pittura e l’uso insistente la consuma piano piano fino a farla staccare come fosse una pellicola secca. La cosa peggiore è che alla fine la muffa si riforma lo stesso.

Quindi ricorda di trattare la muffa sempre con un igienizzante liquido o in crema e potrai finalmente dire addio a questo problema.

Nonostante mi occupo esclusivamente di trattamenti Antimuffa dal 2010, ogni giorno scopro e affronto nuove minacce.

È per questo che il mio studio del trattamento contro le muffe è sempre in continua evoluzione.

Solo utilizzando i migliori prodotti termoisolanti sul mercato si può garantire il risultato nel tempo.

Solo con una valutazione oggettiva del tuo problema, dopo aver raccolto tutte le informazioni sulla tua abitazione e visionato le foto delle zone colpite, si può pensare di acquistare dei prodotti risolutivi.

Questo passaggio, il commesso della ferramenta non lo fa e neppure il negozio on line.

Senza una verifica preliminare non avrei mai potuto consigliare il trattamento giusto per un problema come quello che ti ho raccontato.

Ed è una condanna a morte comprare dei prodotti in un negozio, anche dopo aver letto questo blog, senza l’adeguato supporto tecnico e una valutazione del tuo problema.

Io sono qui apposta per questo.

Puoi contattarmi quando vuoi allo 02-43.11.41.83.

Non ci sono venditori dall’altra parte del telefono ma solo un tecnico a tua disposizione per valutare il tuo problema.

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *