Ipoclorito di Sodio e Muffa : Tutto quello che devi sapere prima di avvelenarti con le tue mani!

Torno a parlare di un argomento a me molto caro, anzi direi un’ossessione.

Mi riferisco al famigerato IPOCLORITO DI SODIO, più volgarmente chiamato…Candeggina.

Vuoi sapere perchè sono fissato sull’argomento al punto di scriverci decine di articoli?

Molto semplice!

Ogni giorno riceviamo decine di telefonate di clienti o aspiranti tali, che si lamentano di avere problemi di muffa NONOSTANTE abbiamo pulito, lavato, “disinfettato” la loro muffa con candeggina e derivati.

Anzi qualcuno segnala che nel farlo sono successe altre cose :

  • si sono intossicati
  • hanno dovuto abbandonare la camera per giorni per non respirare i vapori
  • la vernice si è scrostata
  • la vernice si è corrosa
  • NON HANNO RISOLTO CON LA MUFFA

Onestamente non abbiamo bisogno dell’ennesimo articolo contro la candeggina (o forse sì?) ma oggi vorrei farti riflettere su una cosa che ho scoperto mentre facevo la spesa al supermercato.

Siccome sono un tipo attento e mi piace leggere le etichette, la mia attenzione è finita sullo scaffale dei liquidi disgorganti.

Ho un lavandino bloccato in bagno e mi serviva un prodotto forte per sbloccarlo.

Siccome è un po’ che non uso questi prodotti mi sono fermato un attimo a leggere le etichette per capire la differenza tra i vari prodotti sullo scaffale.

Onestamente non mi sono mai posto il dubbio su cosa ci fosse dentro un disgorgante.

Ho sempre pensato che fossero composti da acidi dal forte potere corrosivo, con lo scopo di sciogliere il tappo di sporco che si forma negli scarichi.

Dopo aver letto un paio di etichette l’attenzione è caduta sulla composizione chimica e davvero mi è sembrato di vivere in un incubo.

Lascia che ti mostri l’etichetta e capirai anche tu il perchè…

ipoclorito di sodio muffa

Pericolo. Contiene : IPOCLORITO DI SODIO ecc ecc

Simbolo di CORROSIVO e Prodotto pericolo per l’ambiente e gli animali.

Beh del resto è un disgorgante e deve fare il suo mestiere.

Certo che leggere “molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di LUNGA DURATA”, dovrebbe farci riflettere un attimo su cosa stiamo buttando negli scarichi.

Ma non sono di certo io che devo fare la morale su come stiamo riducendo il nostro pianeta.

Torniamo al nodo della questione.

L’ingrediente principale del più famoso disgorgante sul mercato è l’ipoclorito di sodio, ovvero il nome “scientifico” per chiamare la candeggina.

Ma rispetto alla candeggina che usiamo tutti i giorni per pulire il bagno e sbiancare le camicie, qui se ne fa un uso completamente diverso, ovvero CORRODERE ed eliminare le otturazioni degli scarichi.

Lo stesso principio attivo, in percentuale più bassa si trova anche negli spray antimuffa come quello che ho fotografato oggi :

2016-09-06 18.51.35

Qui il nostro amico Ipoclorito viene ribattezzato con un generico “sbiancante a base di cloro” e ovviamente scritto così ha un impatto emotivo minore sulle mamme che lo comprano per “disinfettare” la muffa.

Notare che questo prodotto non è venduto nei colorifici ma nei supermercati insieme ai detersivi anticalcare e per il bagno.

Siamo ad un prezzo ben inferiore a 5 euro e un’etichetta molto promettente.

Rimane il fatto che l’etichetta di pericolo dice che il prodotto è corrosivo e altamente tossico per la natura e gli animali.

Sicuri di volerlo spruzzare sui muri della cameretta?

E concludiamo con la classica candeggina

candeggina

Anche qui IPOCLORITO DI SODIO ad una concentrazione inferiore al 5%.

La lista degli effetti collaterali e delle raccomandazioni è piuttosto lunga.

Che la candeggina sia un prodotto realmente utile nella vita quotidiana non lo nega nessuno.

Che invece sia la medicina miracolosa per i tuoi problemi di muffa, purtroppo mi tocca darti una grossa delusione.

Se sei arrivato a leggere questo blog è perché sono anni che pulisci i muri con la candeggina ma puntualmente lei è sempre ritornata.

smuffy_doccia

Non c’è bisogno di aggiungere altro perché riceviamo decine e decine di telefonate ogni giorno e tutti i clienti ci raccontano la stessa storia.

Ma allora come mai si continuano a vendere prodotti (tossici) a base di ipoclorito/candeggina contro la muffa?

Io mi sono fatto la mia idea, ma non sono un chimico, quindi prima di lanciarti in critiche…leggi!

  1. la candeggina ha potere ossidante ed igienizzante. Insomma qualche batterio lo uccide pure ma qui si parla di funghi e muffe, che sono organismi un filino più complessi dello sporco dei pavimenti.
  2. la candeggina smacchia e sbianca. Effettivamente la macchia nera di muffa la toglie e quindi ti illudi che è fatta.
  3. la candeggina e i suoi derivati COSTANO POCO. Il prodotto antimuffa a base di candeggina più costoso che ho mai visto costava 15 euro. Il meno caro CINQUANTA CENTESIMI se compri la candeggina ultra sottomarca. Quindi provare non costa molto…
  4. Il tuo amico ce l’ha fatta e te l’ha consigliata. E così ci provi anche tu.
  5. Hai letto su un blog femminile che la muffa si toglie con la candeggina e quindi ti fidi.
  6. La candeggina è il rimedio della nonna per eccellenza, quindi si può usare per tutto.
  7. Non esistono alternative valide. Anche i colorifici o gli imbianchini ti consigliano questi prodotti.

Mi fermo qui ma la lista potrebbe essere ancora più lunga.

Che fare quindi?

Hai due possibilità :

  1. far finta di niente, ignorare quanto letto e continuare a usare prodotti a base di candeggina per pulire delle macchie che hai nei muri, che però non sono macchie di sporco come credi.
  2. continuare a documentarsi e cercare dei prodotti efficaci contro la muffa che non contengano sostanze TOSSICHE e pericolose per salute.

Se la seconda possibilità ti interessa, allora posso aiutarti.

Ci ho messo parecchi anni per trovare i prodotti giusti per sconfiggere definitivamente la muffa.

Purtroppo ne ho dovuto scartare tanti di buoni perché non erano totalmente sicuri per la salute.

La buona notizia è che oggi posso garantirti quello che stai comprando :

  • prodotti esenti da candeggina, cloro, formaldeide ed altre sostanze tossiche
  • prodotti con livello di VOC bassissimo (praticamente zero)
  • prodotti certificati CLASSE A+, riguardo le emissioni di sostanze tossiche dopo l’applicazione

Non pensare che sia scontato trovare un prodotto che soddisfi contemporaneamente due requisiti :

  • risolutivo
  • non tossico

E’ molto facile trovare prodotti che magari funzionano abbastanza bene ma magari non sono completamente sicuri per la salute.

Viceversa puoi trovare anche tanti prodotti chiamati “naturali” che sono davvero ecologici però non hanno l’efficacia necessaria per risolvere il problema.

La lista quindi è davvero ristretta ma alla fine ce l’ho fatta.

bollino-a

Questi sono gli estratti delle etichette degli attuali prodotti che compongono il trattamento Bastamuffa.

Ho scritto attuali perché non è escluso che domani troveremo qualcosa di ancora più valido e cambieremo ancora.

Del resto non ho un contratto di esclusiva con nessun produttore e questo mi rende libero di scegliere solo il meglio per i miei clienti.

 

Il consiglio che dò sempre al cliente “scettico” che per prima cosa legge il prezzo e confronta cavoli con patate è di LEGGERE le etichette e DOCUMENTARSI.

Troppo facile confrontare un prodotto che costa 5 euro con uno che ne costa 50 e dire “E’ caro!”.

Quello di cui hai bisogno prima di fare l’acquisto sono INFORMAZIONI.

Tante informazioni ma che siano scritte in linguaggio comprensibile.

Perchè, come avrai immaginato, la fuori è pieno di prodotti con una bella etichetta che ti fanno grandi promesse.

Peccato che poi tutta la responsabilità del risultato ricada su di te.

Questo con noi non può accadere, visto che per nostra regola aziendale NON VENDIAMO NESSUN PRODOTTO prima di aver effettuato un’analisi accurata (e gratuita) del problema del cliente.

Quindi come si fa a risolvere definitivamente il problema della muffa ?

SEMPLICE!
Prima di acquistare richiedi sempre la nostra valutazione gratuita della muffa.

Grazie all’analisi di foto, video, questionario, planimetria e tutti gli elementi che potrai fornirci, saremo in grado di elaborare un trattamento su misura, GARANTITO 3 anni.

Vuoi sapere come funziona la nostra GARANZIA di 3 ANNI su tutti i nostri trattamenti?
Clicca sull’immagine in basso e richiedi immediatamente una valutazione gratuita del tuo problema.

garanzia-3-anni

========================================

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

 

4 thoughts on “Ipoclorito di Sodio e Muffa : Tutto quello che devi sapere prima di avvelenarti con le tue mani!

  1. laura

    Dopo aver letto tutto quello che hai scritto, devo purtroppo darti torto. Secondo la (vogliamo chiamare), teoria del dottor Ruffini, con l’ipoclorito di sodio, si possono curare molte malattie. io sono riuscita a debellare un fungo dei piedi del mio compagno che da anni lo torturava con continue visciche….per quanto riguarda la muffa, ti posso assicurare che da me non è più tornata e ti dico in punti dove addirittura il muro si scrostava tossico? Forse, ma non più delle medicine che di solito si prendono. Se ti batti per la tossicità vuol dire che ti curi con le erbe SEMPRE. Io lo faccio ed uso l’ipoclorito per la muffa per non curare altre malattie da essa derivanti. Per concludere, se si sta attenti a tutto ciò che è tossico, ci si dovrebbe trasferire in un altro pianeta perchè anche il terreno su cui si fa l’orto di casa è pieno di radiazioni, eppure si pensa che sia più sano che comprare dal fruttivendolo!!!!!

  2. Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com Post author

    Grazie @Laura del tuo commento che pubblico senza nessun problema.
    Prima di tirare fuori complotti contro la candeggina (ovviamente scherzo) facciamo una precisazione.
    Questo non è un sito divulgazione scientifica, non parliamo di malattie, medicine e di stili di vita salutistici.

    Se avessi letto con attenzione questo articolo avresti capito che sto raccontando il mio lavoro quotidiano basato sulle analisi dei miei clienti che mi raccontano SEMPRE di aver avuto problemi dopo aver applicato candeggina nei loro muri.
    Quindi non capisco il motivo di fare sempre un minestrone per difendere la propria tesi (ma tesi di che poi?).

    Qui si parla di un trattamento antimuffa che mira a NON utilizzare sostanze tossiche.
    Non sono qui a invitare la gente a curarsi con le erbe.

    In conclusione, per chi è interessato a trovare un’alternativa VALIDA ed EFFICACE a rimedi fai-da-te contro la muffa INEFFICACI, questo blog è una lettura sicuramente utile.

    Per chi ha pulito una macchietta con candeggina e non concepisce che fuori casa propria le situazioni possono essere diverse, faccio un passo indietro e dico che questo non è il luogo di discussione per parlare di radiazioni, malattie e cure con ipoclorito.
    Senza offesa ma almeno restiamo in tema se dobbiamo fare un’osservazione sull’articolo che però si basi su dati oggettivi e non su un’esperienza personale fortunata (io me ne occupo da 7 anni e si vede che tutti i miei clienti sono sfortunati con la candeggina).

    Sembra che ti ho colpito la mamma parlando di ipoclorito in maniera critica. Ma è davvero così grave far notare che sono prodotti pericolosi e non vanno usati?

    Capisco perfettamente che sei una persona attenta e ti ringrazio per averci dato informazioni sicuramente utili.
    Io di mestiere aiuto le famiglie, quasi sempre con figli, a trovare una soluzione ai loro problemi.Il resto lo lascio fare ai cosiddetti esperti tutto fare.
    Grazie
    Giuseppe Tringali
    Fondatore di Bastamuffa.com

  3. massimo

    Sono d’accordo con l’articolo. Sono massimo di roma. Avevo muffa nel bagno ristrutturato da un anno perché semplicemente non era areato a sufficienza e perché semplicemente perché in quel bagno si fanno la doccia 6 persone.
    Nell’arco dei mesi da una microscopica spora si e’ formata muffa dappertutto, complice le vernici non idonee messe dall’operaio (mi dicono che le vernici buone per i bagni per evitare la muffa sono a basi con microsfere di argento o altro materiale).
    Dopo tutto il divario di consigli menzionati uno ad uno dal buon autore di questo articolo (e’ proprio vero! La vicina di casa, il calzolaio, il macellaio, il venditore di prodotti antimuffa, tutti come dice lui) ho comprato un prodotto che garantiva l’eliminazione della muffa. Era costituito da due flaconi, uno il togli muffa, l’altro un adittivo che evitava la formazione. A parte che la ditta produttrice non dice molto sul prodotto ma e’ scrupolosissima su come metterlo e usarlo, ci siamo fatti convincere e lo abbiamo acquistato (incredibile! meno di 15 €!). Non dice molto sulla vaporizzazione, ma dice che e’ leggermente caustico (leggermente? o e’ caustico o non lo e’!) se ingerito non preoccuparsi, chiamare il centro antiveleni (non preoccuparsi!?) di smaltirlo senza inquinare (come quindi?). Proteggersi gli occhi, ecc. Compro occhiali protettivi (aperti ai lati non c’era scritto di mettere occhiali protettivi, ma di non andare in contatto) e mascherina, mi vesto con una tuta da buttare e uso straccio per tamponare. Apro la confezione…ma e’ varecchina! Vabbe’ dico io…inizio a spruzzare e mentre lo facevo pensavo “ma nebulizzare varecchina non e’ pericoloso? Anche con occhiali e mascherina”?…Neanche ne spruzzavo tanto…Dopo 15 minuti mi bruciano gli occhi, mi brucia la gola…
    Ergo…la varecchina e’ caustica e dipende dalla concentrazione. Infatti prodotti tipo candeggina gentile sono molto diluiti, anzi alcune volte non raggiungono lo scopo, ma nebulizzare varecchina a percentuali elevate non fa bene ne all’albero respiratorio ne agli occhi.
    Alla fine mi sono rimediato congiuntivite attinica e infiammazione endotracheale di lieve entita’.
    Quindi non trattate la varecchina come se fosse il miracolo e che sia esente da problemi. Non lo e’ ed ha ragione il signore che ha pubblicato questo articolo!
    Il mio bango? E’ venuto un professionista, ha carteggiato, passato basi antimuffa, vernice antimuffa e velo protettivo. Dopo tre mesi ancora nulla…

  4. Giuseppe Tringali - Bastamuffa.com Post author

    Grazie @Massimo (e anche per il “signore”!).
    Finalmente qualcuno che ci racconta come stanno le cose dopo essere stato vittima di un consiglio totalmente sbagliato.
    Mi spiace che tu abbia passato quel quarto d’ora di paura ma purtroppo ancora oggi troppe persone giocano con il fuoco e si espongono a contatto con questi prodotti, liberamente venduti nei supermercati con etichettatura di pericolo quasi sempre ignorata.

    Nel mio piccolo continuo questa crociata contro la candeggina usata come miracolo contro la muffa, non fosse altro perchè molti, come nel caso di Massimo, si sono intossicati e si sono fatti male.
    Fine della storia.

    Siate responsabili e abbiate cura dei vostri polmoni…o almeno quelli dei vostri figli! 🙂
    Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *