Muffa e Asma : Cronaca di un viaggio alla scoperta di una malattia sottovalutata

Sai che il 33% dei clienti che ci contatta per una valutazione gratuita soffre in casa di patologie respiratorie croniche come asma, rinite allergica, bronchite e allergie varie? Nell’articolo di oggi ti racconto la mia avventura a Napoli per imparare un’importante lezione su asma e malattie respiratorie.

 

Cosa ci faccio in mezzo a quei distinti signori in un noto albergo di Napoli?

 

Forse è meglio cominciare dall’inizio!

Eccomi alle 6:08 del mattino su un treno che mi sta portando a Napoli.

Ma perchè a Napoli? Cosa c’è di particolare da spingermi ad alzarmi due ore prima?

Te lo mostro subito!

Ebbene sì, sto andando a Napoli per il mio primo “convegno” medico.

Qui le virgolette sono d’obbligo perchè non sono (e non sarò) un dottore ma sto prendendo questo treno in veste di studente, osservatore e persona che vuole saperne di più.

 

Tutto è iniziato per caso i primi di dicembre.

Cercavo su internet qualche informazione su asma e malattie respiratorie croniche, come rinite e allergie, correlate a problemi di muffa.

Devi sapere che più del 30% dei clienti che ci contatta per una consulenza, soffre in casa di patologie respiratorie come asma, rinite allergica, allergie e tanto altro.

Ci ho fatto persino un grafico per spiegarti meglio la situazione.

Ecco le malattie più diffuse che i nostri clienti ci hanno segnalato:

  • Asma
  • Rinite allergica
  • Raffreddore cronico
  • Bronchite asmatica
  • Rinite atipica
  • Tosse persistente
  • Broncospasmo
  • Allergie

Visto che è una tendenza che va avanti da almeno due inverni, ho deciso di documentarmi sulla rete e cercare informazioni e studi medico-scientifici che mi spiegassero i rischi per i pazienti affetti da asma a vivere in ambienti colpiti da muffa.

Non ci vuole una laurea per capire che chi soffre di asma e allergie ha un problema in più rispetto a chi è un soggetto sano e quindi dovrebbe stare più attento.

Cercando cercando, mi imbatto in un articolo che mi porta sul sito di una Onlus :  Federasma e Allergie Onlus.

fonte: http://www.federasmaeallergie.org/

Prima di quel giorno non avevo idea ci fosse una Onlus dedicata a questo problema e onestamente ho sempre pensato che l’asma fosse una patologia trascurabile e che non causava così tanti problemi.

 

Mi sbagliavo! 🙁

 

Caso vuole che, sbirciando nella pagina, scoprissi che nel giro di una settimana ci sarebbe stato un evento a Napoli, con specialisti allergologi e pneumologi di fama internazionale che avrebbero fatto un incontro con i pazienti.

Insomma, non il solito congresso sfarzoso dove i luminari espongono tutto il loro sapere, ma una giornata di volontariato dedicata a spiegare cos’è l’asma e a rispondere alle domande dei pazienti.

Visto che nel mio lavoro aiuto le famiglie a risolvere un problema che per molti è solo estetico e trascurabile ma in realtà può creare problemi di salute, decisi che avrei preso quel treno e sarei andato a conoscere quelle persone straordinarie che avevano organizzato quell’incontro.

Visto che l’incontro era di sabato e domenica avevo un altro impegno…ho fatto la pazzia di fare andata e ritorno Milano-Napoli IN GIORNATA.

 

Sì, è stata una follia e uno sforzo massacrante e credo che non lo rifarò più….ma ne è ASSOLUTAMENTE valsa la pena.

Ora ti racconto tutto!

 

 

L’incontro è durato quasi 4 ore.

Ogni intervento dei super specialisti ha evidenziato una patologia specifica come Asma e BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) e poi è stato lasciato spazio ai pazienti con le loro domande.

Ho scattato qualche foto soprattutto alle slide, davvero interessanti.

 

A questo punto ti chiederai.
Cosa c’entra tutto questo con il lavoro di Bastamuffa?

I medici devono fare il loro mestiere…e io il mio, penserai tu.

C’è un problema però.

 

Molti che hanno un problema di muffa credono che quel puntino nero (che si lava con un colpo di spugna con candeggina) sia soltanto uno sporco che si forma in inverno e sparisce in estate.

Qualcuno è un po’ più attento e si documenta e scopre che la muffa è un fungo e si diffonde negli ambienti umidi e scarsamente isolati.

Altri, tipo i genitori con bambini piccoli in casa, si documentano ulteriormente e scoprono che la muffa è un ALLERGENE e quindi se le sue spore finiscono nei polmoni di un soggetto più sensibile, può causare una reazione allergica.

Pochissimi invece collegano i tanti malanni di stagione che ci capitano in inverno, influenza, raffreddore, allergie, tosse cronica ecc ecc come una possibile conseguenza di vivere in una casa malsana, insalubre e piena di muffa.

Ecco ora te l’ho detto.

La muffa fa male!  E fa ancora più male se qualcuno in casa soffre di patologie respiratorie CRONICHE, come asma, rinite allergica, allergie varie e BPCO.

 

Pensi che io abbia fatto più di 1500 km in treno in un giorno senza fare LA domanda cruciale agli specialisti presenti in sala?

Ecco l’audio e la trascrizione della mia domanda:

 

“Volevo richiedere ai nostri specialisti, una richiesta un po’ più generica sulle vostre patologie respiratorie.

 

Io di mestiere mi occupo di trattamenti antimuffa e di qualità dell’aria e mi sono preso questa mattina un treno da Milano alle 6 per farvi questa domanda che mi hanno rivolto i miei clienti.

 

I miei clienti, buona fetta, un 30%, soffrono di asma e hanno la muffa in camera

Non ci vuole molto ad arrivarci però vorrei il vostro responso medico.

 

Che cosa può succedere a un malato di asma, rinite, allergie varie, se aggiungiamo il carico da 90 della muffa in casa?”

 

La risposta dello specialista  è stata precisa ed esauriente e l’ho riassunta così:

“Bella domanda, che richiederebbe qualche ora!

Ci sono due possibilità che le muffe possono agire anche come allergeni, infatti abbiamo dei pazienti allergici all’alternaria che è una muffa che attacca i cibi (le macchie nere sui pomodori) ed è presente in casa (tipo le tende delle docce).

L’alternaria è molto aggressiva. Va eliminata e fatta una bonifica ambientale perché può essere un allergene.

 

Poi c’è l’aspergillo e il penicillio che causano delle macchie nere, che possono essere aggressivi come allergene che può causare aspergillosi broncopolmonare allergica, sia come agenti infettanti.

 

Quindi è bene che non ci siano le macchie e infatti noi consigliamo di vivere sempre in ambienti salubri.

 

La bonifica ambientale può essere ottimale che non liberi ozono, che è aggressivo per le vie aeree, ed è importante che non emettano nell’ambiente odori particolari.

 

Io dico sempre ai miei pazienti attenzione a tutto quello che il vostro naso avverte anche come gradevole, ad esempio i profumi, che possono essere aggressivi.

 

Infatti gli asmatici e gli allergici respiratori non dovrebbero utilizzare profumi, dopobarba e altri prodotti ambientali.

 

Se si tratta di bonifica senza aggiunta di odori particolari, ben venga

 

Questo è solo un estratto di tutto quello che è stato detto e la cosa più importante che ho scoperto è stata proprio sull’asma.

E’ una malattia cronica che ogni anno fa tante vittime. Nell’ultimo anno ce ne sono state 400 e purtroppo tantissimi giovani.

Purtroppo si tratta di casi in cui la malattia era in forma più lieve ed intermittente e quindi è stata sottovalutata.

Davvero non immaginavo un quadro del genere e sono tornato a casa ancora più preoccupato, soprattutto dal fatto che i dottori che hanno condotto questo incontro non ci hanno nascosto la loro difficoltà con certi pazienti nel seguirli fino in fondo e peggio ancora, la difficoltà nel sensibilizzare chi soffre di questa patologia di NON SOTTOVALUTARE MAI il problema (e mai sospendere le cure!).

Insomma, è un falso mito pensare che con lo spray per l’asma si possa tenere a bada un fenomeno cronico, soprattutto nei bambini!

 

Alla fine dell’incontro mi sono fermato a parlare con i dottori e i membri della Onlus, per capire ancora meglio il loro lavoro di volontariato per questa associazione.

Ti suggerisco di approfondire l’argomento sul loro sito : http://www.federasmaeallergie.org/ e sulla loro pagina Facebook : https://www.facebook.com/federasma.onlus/

Nonostante un viaggio lunghissimo, sono tornato a casa soddisfatto perché è impensabile fare il mio lavoro ignorando un problema enorme che hanno tantissimi nostri clienti e che potrebbe aggravarsi se non hanno le giuste informazioni.

 

Parliamoci chiaro.

Io ti auguro di stare bene e di non soffrire MAI di problemi respiratori.

Il consiglio che ti do è di INFORMARTI su ogni canale possibile e di non sottovalutare MAI un puntino di muffa.

Che tu sia giovane o no, che tu abbia bambini piccoli o anziani malati in casa, la muffa è un pericoloso fattore di rischio nelle nostre case.

Ulteriormente aumentato se già si soffre di patologie respiratorie.

Insomma, ne va della tua salute. Non è solo un problema estetico o di vergogna per aver ricevuto ospiti con i muri nero carbone…

Questo è solo il primo di una lunga serie di approfondimenti che farò, una volta che avrò la possibilità di confrontarmi con degli specialisti del settore come allergologi, pneumologi e, perché no, biologi che ci possano spiegare come funziona PRECISAMENTE dal punto di vista medico e scientifico.

 

Se pensi che la muffa si elimina con il primo prodotto che il colorificio ti vende e basta pulire e strofinare, stai perdendo tempo a leggere questo blog.

 

========================================

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *