Intossicazione da candeggina per pulire la muffa. Vuoi essere tu il prossimo?

Oggi non ti racconterò di teorie scientifiche sui danni che può creare la muffa sulla tua salute.

Dovresti già saperlo.

Cercavo sul web qualche notizia sulle conseguenze di un uso eccessivo della candeggina contro la muffa perchè un mio cliente mi aveva chiesto informazioni a riguardo, avendo esagerato nel pulire le macchie di muffa con candeggina pura.

Lui se l’è cavata con un quarto d’ora di tosse e fastidi respiratori.

Non ci è voluto molto a trovare pagine a pagine di storie di persone che hanno avuto qualche “disavventura” a riguardo e non se la sono cavata così a buon mercato.

Non ho problemi a pubblicarti il link con la discussione completa così potrai leggerti tutto il romanzo anche tu (link)

intossicazione-candeggina1intossicazione-candeggina-2

Vuoi una valutazione gratuita?

2 semplici passaggi

Chi ha fatto la richiesta (piuttosto disperata direi) si è trovato a 23 anni a respirarsi 3 litri di prodotto antimuffa al cloro nel tentativo di risolvere un problema di muffa.

Il quadro da lui evidenziato non è dei migliori :

  • bruciore al naso e alla gola
  • bruciore agli occhi
  • tosse
  • fastidi respiratori
  • sangue nel catarro

Forse a dirla tutta era meglio tenersi la muffa che forse era meno pericolosa di un prodotto a base di ipoclorito di sodio.

La discussione procede e il dottore, molto professionale e paziente, informa il ragazzo dei rischi e di come comportarsi.

Insomma per tranquillizzarsi il ragazzo si è fatto analisi in ospedale e dopo qualche giorno il fastidio è passato.

Se la deve esser vista brutta visto che con il sistema respiratorio non si scherza.

Se cerchi sul web troverai un sacco di storie simili.

Cioè, nonostante si leggano storie del genere continuiamo a fare lo stesso errore come niente fosse.

Ne vuoi leggere un’altra?

acquisizione-regione-12

Forse prima di giocare al piccolo chimico dovremmo informarci sulla pericolosità dei prodotti che usiamo, visto che non si tratta di pulire i sanitari o smacchiare il collo di una camicia.

I muri sono superfici POROSE che assorbono come spugne i liquidi che gli vengono spruzzati, soprattutto queste sostanze  chimiche.

Mi capita spesso di sentire strane richieste di clienti che hanno “risolto” alla loro maniera il problema muffa (ci hanno pitturato sopra) ma continuano a sentire un fastidioso odore di muffa nonostante tutto.

Ovviamente a me chiedono come eliminare quell’odore e onestamente non so proprio come aiutarli.

Molto semplicemente l’umidità che si è impregnata nei muri ha creato la condensa che poi è sfociata in muffa.

Non basta cancellare la macchietta nera per aver vinto la battaglia contro la muffa.

candeggina
2016-09-06 18.51.35

Giusto per ricordarlo ti rimetto le foto che ho scattato direttamente al supermercato da bottiglie di detergenti a base di ipoclorito (candeggina) e non puoi non notare l’etichetta di CORROSIVO, PERICOLO e sopratutto dannoso per gli organismi acquatici.

Cosa ti fa pensare che lavare i muri con questi veleni risolverà il tuo problema?

La soluzione al tuo problema non è in questo articolo.

Se non ti fai visitare non puoi farti curare.

La stessa cosa vale per il tuo problema di muffa.

Posso solo consigliarti di chiederci una valutazione della muffa.

E’ GRATUITA e magari ti potrebbe evitare di mettere in pericolo la tua salute e quella dei tuoi cari utilizzando prodotti PERICOLOSI.

Pensaci bene e se vorrai un consiglio (GRATUITO e SENZA IMPEGNO 🙂 ), siamo a disposizione.

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *