Pittura Termica Antimuffa e Anticondensa: Fermati e leggi prima di acquistarla!

PITTURA TERMICA ANTIMUFFA


Strano sentir parlare di una pittura a risparmio energetico, vero ?

Sì, è vero: l’argomento è comune, e di questi tempi il risparmio energetico è un problema che ci riguarda da vicino; tuttavia fino ad oggi eravamo portati a pensare ad un elettrodomestico o ad una lampadina a risparmio energetico, non certo alla pittura.

Come può una “semplice” pittura antimuffa anticondensa portare un risparmio energetico a casa tua?


Può farlo se è una speciale pittura termoisolante anticondensa per interno in grado di distribuire uniformemente il calore su tutta la superficie trattata.

Una pittura di questo genere, garantisce un risparmio energetico sui costi di riscaldamento (e raffreddamento) oltre che risolvere il fastidiosissimo problema della MUFFA dovuto alla condensa sui muri freddi.

 

Oltre a garantire il risparmio energetico, deve assolutamente essere certificata Classe A+.

Questo vuol dire che non contiene sostanze dannose per la salute come la FORMALDEIDE.

Se l’idea di una pittura termica antimuffa ti piace, hai senza dubbio bisogno di altre informazioni ma non ti consiglio di acquistarla senza prima aver fatto una valutazione tecnica.

Insomma, sarebbe come comprare un oggetto che ci piace….ma non ci serve!

 

Cosa è e a cosa serve una pittura termica antimuffa anticondensa?

Abbiamo ampiamente discusso di prodotti termoisolanti nell’articolo COME ELIMINARE DEFINITIVAMENTE LA MUFFA,

  • di come questi prodotti risolvono efficacemente il problema dei muri freddi,
  • e come si riesce ad evitare l’umidità e la condensa all’interno delle stanze che abiti
  • di come, quindi, si evitano le infestazioni di muffa nella tua casa.

..

Tutte le pitture termiche anticondensa tradizionali sono composte di microsfere di vetro cave che formano quello spessore necessario per isolare la parete interna dal freddo e difenderla dagli sbalzi di temperatura tra interno ed esterno.

Esistono anche pitture che utilizzano microsfere di ceramica e che hanno un potere isolante superiore. 

Ti faccio un esempio quotidiano: immagina di versare del caffè bollente in una tazzina di ceramica piuttosto che in un bicchierino di vetro.
Entrambi i materiali sono termoisolanti ma, dopo una lunga esposizione, solo la ceramica resterà insensibile alla temperatura del caffè, mentre il vetro lentamente inizierà a diffondere il calore fino all’esterno.

È grazie alle microsfere di ceramica che si può parlare di un prodotto realmente a RISPARMIO ENERGETICO.

Pensa a casa tua.

La diffusione del calore solitamente avviene tramite un climatizzatore, un calorifero o una stufa…

Il calore, allora, si trasmette nella stanza per convezione.
L’aria vicino al calorifero, riscaldata, si sposta verso l’alto e man mano che si raffredda torna a cadere verso il basso.
Questo vuol dire che il riscaldamento tradizionale crea una differente distribuzione del calore all’interno dell’ambiente.

Praticamente, utilizzando un termometro a infrarossi, scopriremmo che nella parte alta della stanza c’è una temperatura (più calda) e nella parte bassa ce n’è un’altra (molto più bassa).

E su questo non puoi far nulla: è il limite dei classici sistemi di riscaldamento.

TRANNE CHE

Tu non usi una pittura termoisolante inserita in un trattamento specifico!

Cosa succede?

Il calore prodotto dal calorifero viene raccolto e riflesso dal rivestimento termoceramico che a sua volta lo ridistribuisce all’ambiente circostante.

Praticamente l’ “effetto thermos”.

Come quando metti un liquido caldo nel thermos, questo lo conserva a temperatura costante, così con questa pittura, la temperatura media della camera trattata sarà di 21°C sia nella parte alta dello stanza che in quella bassa. Questo vuol dire anche una notevolmente riduzione del famoso ponte termico.

Ma non è tutto.

Oltre ad aver reso omogenea la temperatura nella stanza, usando questa pittura, isolerai anche il muro esterno che ha sempre una temperatura più bassa di almeno 4-5°C rispetto al centro della stanza.

Il disegno in basso è perfetto per rendere il concetto.

75111617_atriathermikacert2

Sia in estate che in inverno potremo godere della temperatura ideale di 22°C nonostante il clima esterno.

Questo è, in sintesi, l’effetto Thermos realizzato con una pittura termoisolante.

Ovviamente ci sono mille modi per fare un BUON lavoro di isolamento termico con questi prodotti e non esiste un solo modo uguale per tutti per ottenere un risultato.

Per fartela facile.

Non basta comprare una pittura termica, metterla come capita e solo in qualche punto della stanza e sperare nel miracolo.

Mi spiace ma non funziona così 🙂

 

Ci sono però dei “problemi” quando provi sulla tua pelle un trattamento termoisolante che FUNZIONA:

  • questa uniformità di calore e il conseguente benessere fisico, creano dipendenza;
  • migliorando l’isolamento termico e quindi evitando la muffa, migliora anche la qualità dell’aria;
  • grazie all’isolamento, c’è un notevole RISPARMIO ENERGETICO con un minimo certificato del 20%.

Pensi di poter accettare un miglioramento così importante della tua vita?

Sei pronto ad avere una casa calda in inverno e risparmiare sui costi di riscaldamento?

Se la risposta è sì, continua a leggere, perché ho ancora tante cose da dirti.

Tornando a parlare di risparmio energetico, non è difficile credere a questa informazione perché, se la temperatura del tuo muro passa da 17°C a 19-20°C, di conseguenza potrai impostare il tuo riscaldamento autonomo ad una temperatura più bassa e quindi risparmiare sui costi di riscaldamento.

Immagina di poter abbassare l’impianto anche di un solo grado, che risultati avresti in bolletta a fine anno!

 

Ecco riassunti alcuni dei benefici che avrai utilizzando una pittura termica antimuffa, unita ad un SISTEMA di prodotti mirati a isolare in maniera ottimale la casa:

  • risparmio energetico ed economico;
  • isolamento dalla temperatura esterna e mantenimento del calore con l’effetto thermos;
  • eliminazione dei ponti termici;
  • eliminazione della formazione di muffe, alghe e licheni in presenza di condensa;
  • stabilizza la temperatura interna degli ambienti;
  • forte riduzione della dispersione di calore dall’interno verso l’esterno;
  • massima traspirabilità al vapore acqueo;
  • regolazione del grado di umidità dell’aria nell’ambiente;
  • rilascio dell’umidità in eccesso;
  • diminuzione del moto di rotazione dell’aria e, quindi, minore movimento di polveri nell’ambiente;
  • riduzione della possibilità di reazioni allergiche dovute alle polveri in movimento;
  • creazione di un ambiente più confortevole per i soggetti allergici;
  • formula GREEN.

Fermi tutti.

Cosa è la formula GREEN?

Pittura termica antimuffa senza formaldeide

Vuol dire che non contiene formaldeide.


Pensa che, in futuro, questo standard sarà utilizzato anche su altri prodotti chimici, come detergenti, colle ed altro.

Come siamo abituati a catalogare la classe energetica di una lampadina in A (basso consumo) fino a C (alto consumo), lo stesso avviene con le emissioni di sostanze negli ambienti interni.

Quindi un prodotto in classe A+ ha un valore insignificante di composti emessi nell’ambiente, in seguito all’applicazione delle pitture in casa.


Ti fornisco qualche numero :

Come puoi notare la differenza tra pitture classe C e classe A+ è abissale.

Altro dettaglio :

non è importante l’odore che si sente della pittura nei primi 2-3 giorni, ma quello che rimane nell’aria fino ad un mese dopo l’applicazione delle pitture.
Ovviamente il nostro naso non si rende conto, ma i nostri polmoni sicuramente!

Quindi da oggi la scelta di una pittura anticondensa non può più avvenire solo sulla base della marca e della qualità (lavabile o traspirante) ma deve necessariamente passare per gli ingredienti (tossici o meno) di cui è composta.

Come fai quando compri del cibo, anche quando compri le pitture, leggi sempre le etichette!

 

 

Ripensando a quello che ci siamo detti e volendo ripensare a tutti i vantaggi che porta l’utilizzo di pitture termoisolanti, possiamo dire che non sono dedicate esclusivamente a chi ha problemi di muffe dovute a condensa e muri freddi, ma sono l’ideale per chi vuole migliorare la qualità della vita propria e di chi vive sotto lo stesso tetto.

Altrochè pittura antimuffa tradizionale!

Non a caso questo tipo di tecnologia è un punto cardine del nostro trattamento ma non pensare che sia così semplice.

Non basta comprare la pittura termica in offerta al Brico per avere gli effetti che ti ho descritto finora.

 

 

 

Sfatiamo una leggenda metropolitana che gira riguardo le pitture termoisolanti, sul fatto che non si potrebbero colorare.

Ricevo ogni giorno almeno 3 telefonate di clienti che ci dicono che

  • hanno sentito da qualche parte che…
  • il colorificio sotto casa (che non le vende e forse non l’ha mai usata) dice che…
  • l’amico “esperto” teorico afferma che….

Onestamente non so su che basi tecniche sia nata questa credenza, visto che la presenza delle microsfere non implica il fatto che la pittura non si possa colorare.

Ci tengo a tranquillizzare tutti dicendo che ogni giorno coloriamo la pittura per i nostri clienti col tintometro e

non ci sono mai stati problemi.

Un’altra domanda tra le più frequenti che ci pongono i nostri clienti è : 

è possibile ricoprire la pittura termica con una decorazione o una pittura normale?”

La risposta è NO.

Le pitture termiche lavorano per riflessione di calore e quindi ricoprire con un altro prodotto non termico, annullerebbe l’isolamento realizzato o perlomeno lo ridurrebbe dell’80%!!

A darti la pittura già colorate del colore dei tuoi sogni ci pensiamo noi, quindi nessun problema!

Di informazioni sulle pitture termiche ne abbiamo davvero tante, dopo più di 7 anni di vendita di questo prodotto e tantissime prove positive sul campo ormai è il nostro cavallo di battaglia del nostro SISTEMA “BASTAMUFFA” che proponiamo ai nostri clienti.

Ovviamente sai benissimo che questa è solo la finitura ed è assolutamente vitale che si applichi il giusto fondo, che ti consiglierò una volta raccolte tutte le informazioni sulla tua stanza con muffa, foto, video e tutti i dettagli che mi permettono di fornirti le “armi” vincenti per sconfiggere definitivamente la muffa in casa tua.

Terminare il lavoro con un’ottima pittura termica vuol dire archiviare il problema muffa e non dover vivere con la preoccupazione che il prossimo inverno avremo ancora muffa in casa.

Quindi è sufficiente comprare una pittura termica per risolvere qualsiasi problema di muffa?
NO.

Perchè prima di pitturare devi ASSOLUTAMENTE trattare il fondo ed eliminare la muffa.

Devi aver eliminato la muffa con un principio attivo sicuro per la salute e che funzioni davvero.

Ci avevi pensato?
Tante persone ci chiamano pensando di aver scoperto l’America, chiedendomi se la pittura termica va bene…e QUANTO COSTA.

Ma siamo sicuri che puoi comprare una pittura così tecnologica come fosse un chilo di patate e sperare nel risultato?

 

Permettimi di spiegarti come funziona il nostro SISTEMA in questo video, dove ti spiego anche come si richiede la nostra valutazione gratuita prima di acquistare qualsiasi prodotto.

 

Cosa posso fare per te a questo punto?

Se sei arrivato fin qui devo farti innanzitutto i miei complimenti perché significa che non sei solo curioso ma ci tieni ad informarti sul problema muffa in casa tua.

Come ti dicevo hai solo un’opzione per collaborare con me e lo staff tecnico di Bastamuffa e ottenere GRATUITAMENTE e SENZA IMPEGNO un’analisi del tuo problema di muffa.

Clicca sul pulsante verde qui in basso e richiedi la valutazione gratuita della muffa:

 

 

TINTOMETRO VIP

4 thoughts on “Pittura Termica Antimuffa e Anticondensa: Fermati e leggi prima di acquistarla!

  1. Pingback: Stai cercando Come eliminare l'umidità di risalita?

  2. Pingback: 10 DOMANDE SULLE PITTURE TERMOISOLANTI

  3. Pingback: Isolare la casa dal freddo oggi si può. E' arrivato FREDDO STOP!

  4. Pingback: Muffa nel bagno: come eliminarla senza prodotti tossici

Comments are closed.