[Gli Eroi di Bastamuffa Ep.7] Sconfiggere la muffa a pochi giorni dalla nascita di tua figlia…si può!

A quanto pare questa rubrica sta attirando, oltre che i nostri clienti che ci vogliono raccontare la loro storia, dei veri e propri talenti nella scrittura.

Se hai già letto qualche storia dei nostri Eroi, avrai sicuramente notato che è davvero piacevole leggere i racconti di queste mamme e papà coraggiosi che hanno sconfitto la muffa! (li trovi tutti raccolti QUI)

Da queste storie traspare tutto il disagio e il terrore della famiglia nel cercare di risolvere un problema che da anni li affliggeva e poi il sollievo e la soddisfazione quando hanno (finalmente) vinto la loro battaglia.

Oggi non farò analisi tecniche sulla storia di Matteo da San Giuliano Milanese ma mi limiterò a pubblicare integralmente la mail che mi ha mandato qualche giorno fa per raccontarci la sua storia.

Ti faccio solo una premessa.
Matteo abita in provincia di Milano e la sua valutazione si è svolta inizialmente a telefono e poi ci è venuto a trovare nel nostro ufficio per discuterne di persona e acquistare i materiali.

Se abiti in provincia di Milano puoi venirci a trovare e sarà un piacere per noi accoglierti e trovare insieme una soluzione al tuo problema di muffa.

Ti propongo la storia di Matteo, che è diventato papà pochi giorno dopo aver vinto la sua battaglia contro la muffa. Anzi, direi GIUSTO IN TEMPO!

 

La brutta esperienza iniziò a dicembre del 2016, quando io e mia moglie eravamo ancora in attesa della prima figlia che sarebbe dovuta nascere a brevissimo (probabilmente anche meno di una settimana!).
.
Per caso mentre tiravamo fuori una scatola dall’armadio della camera, dove già c’era pronto il suo lettino, trovammo una formazione di muffa molto grande attaccata alla scatola, sul fondo dell’armadio e addirittura fino al muro dietro, scoprendo così che dal muro era passata addirittura attraverso il fondo dell’armadio fino alla scatola.
.
Ma purtroppo non era finita: spostando l’armadio e svuotandolo la muffa aveva preso gran parte della parte bassa dietro l’armadio e parte di quella centrale fino dentro l’armadio su alcuni vestiti…
.
L’armadio era attaccato al muro che dava verso l’esterno dell’edificio, verso nord…
.
Abbiamo dovuto:
– lavare tutti i vestiti
– cambiare il fondo dell’armadio
– igienizzare tutto l’armadio con la soluzione canadese
– pitturare.
.
Per quest’ultimo punto, purtroppo ancora non vi conoscevamo e comprammo dell’ammoniaca spray applicandola sul muro con la muffa  (in negozio fu il prodotto meno tossico di tutto il reparto!)
.
Successivamente diedi una passata di pittura biocida su tutto il lato del muro, che puzzava anche questa (in negozio fu il prodotto meno tossico di tutto il reparto!).
.
Preoccupati per la salute della nascitura provai a documentarmi su internet e per caso trovammo il vostro sito: inizio quindi a leggere tutto (ma proprio tutto) e una volta convinto vi contattai (il fatto che le pitture erano 0 VOC aiutò moltissimo la scelta, oltre al fatto che non fossero tossiche e che avrebbero risolto per anni il problema).
.
Era la sera di sabato 10 dicembre 2016, tanto per ricordare che la sfiga non viene mai da sola…, il lunedì successivo parlai con voi ordinando tutto il necessario.
.
Iniziò il lavoro da (vero) eroe: decidemmo di pitturare tutta la stanza con il trattamento completo e iniziai quindi a spostare tutto e attrezzarmi.
.
La spesa sostenuta non fu la parte peggiore ma bensì l’esser stato costretto a pitturare giorno e notte col timore e fretta di non finire in tempo prima della nascita!
.
Dato che “per sicurezza” avevo dato le mani “generose” dovetti ricomprare altri secchi per finire le passate.
.
Ne è davvero valsa la pena! Non c’è più stata altra muffa tranne nell’unico punto dove non avevo passato: sulle finestre in legno! Ma anche questa storia (minore) si è recentemente conclusa bene, sempre con i vostri prodotti eccezionali!
.
Una settimana dopo nacque nostra figlia, giusto il tempo per permettere alla puzza delle prime pitture di scomparire.
.
Ciao
.
Matteo da San Giuliano Milanese (MI)
Davvero una storia incredibile che ha alcuni elementi in comune con tantissimi altri casi affrontati da Bastamuffa.
  • Genitori che hanno provato a “pulire” la muffa con il prodotto “meno tossico di tutto il reparto”
    .
  • Genitori che si informano prima di acquistare un prodotto perchè sanno che potrebbe essere tossico per la loro salute e dei loro figli
    .
  • Genitori che dopo numerose delusioni decidono di applicare loro i prodotti perchè francamente non si fidano di nessun altro interlocutore, viste le precedenti esperienze

 

Non è questa la sede per fare una predica e se stai leggendo questo articolo potresti aver già vissuto una situazione del genere.

E’ risaputo che la muffa è pericolosa per salute e può far ammalare, soprattutto chi già soffre di asma e problemi respiratori.

Nonostante tutto, moltissimi sottovalutano il problema e lo riducono ad una “antiestetica macchia che si pulisce con candeggina”.

Questo finchè qualcuno non sta male o la situazione diventa insostenibile.

Un po’ come quando si acquista un antifurto per la casa in seguito ad una tentata rapina.

Ho scelto di dedicarmi esclusivamente ad aiutare ALCUNE famiglie con cui condivido lo stesso obiettivo :

“Risolvere definitivamente il problema della muffa in casa con un trattamento SICURO per la salute e che possono applicare con le LORO mani”

Questo non significa che tu non possa delegare il lavoro al tuo imbianchino di fiducia!

Comunque dovrai dirigere i lavori e accertarti che ogni fase sia applicata come da manuale, come un capo cantiere insomma 😉

 

Matteo non è su Facebook e quindi non può rispondere alla tue domande, se ancora sei in cerca di una soluzione.

Però Matteo non è l’unico che ha vinto la battaglia contro la muffa, ANZI.

Dal 2010 ho aiutato più di 7000 persone a risolvere il loro problema di muffa e ora le sto contattando una ad una per invitarle nel nostro Gruppo Facebook : Gli Eroi di Bastamuffa (che ha dato il nome a questa rubrica).

Immagina un posto dove puoi interagire con chi, come te, ha avuto un problema di muffa e le ha provate tutte. Potresti fargli una domanda come se ti trovassi al bar con lui a prendere un caffè.

Insomma, per noi quelli che vengono chiamati “clienti” sono solo degli amici che ci hanno chiesto una mano e che aiutiamo con piacere.

Solo così si può raggiungere l’obiettivo comune : sconfiggere la muffa PER DAVVERO!

Se vuoi unirti al nostro gruppo di Eroi clicca sull’immagine qui sotto ed iscriviti al nostro Gruppo Facebook!

https://www.facebook.com/groups/eroibastamuffa

========================================

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

Giuseppe Tringali

Giuseppe Tringali

Fondatore di Bastamuffa.com
Dal 2010 esperto di fiducia per più di 7000 famiglie che hanno risolto il loro problema di muffa da condensa

logo-mobile.png

richiedi la valutazione gratuita della muffa

Metodo Bastamuffa – DA DOVE INIZIARE?

FASE 1 – PRIMI PASSI

Leggi / guarda / scarica le risorse gratuite per approfondire l’argomento e diventare un vero “esperto di muffa”:

FASE 2 – ANALIZZA e RISOLVI IL TUO PROBLEMA:

Scopri il sistema per sconfiggere la muffa da condensa
⇒ www.metodobastamuffa.com
, il nostro Sistema creato su misura per sconfiggere le cause della muffa da condensa.

Per risolvere le cause della muffa da condensa ecco i passaggi per ricevere la nostra consulenza gratuita:

Kit di Analisi per identificare il ceppo di muffa e la sua pericolosità ⇒ www.sosmuffa.com

Preferisci un contatto umano diretto?
Chiamaci allo 0243114183 dalle 9 alle 20 o scrivi a Cristina su Whatsapp al 3407792870. Siamo sempre a tua disposizione!

Benvenuto nella famiglia di Bastamuffa!

Se vuoi diventare uno dei nostri Eroi che ha sconfitto definitivamente la muffa da condensa e salvato i propri cari da “fastidi” di salute dovuti ad un’eccessiva e prolungata esposizione alle spore, siamo qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *