Confessione di un imbianchino pentito dei trattamenti antimuffa che applica ai clienti, che sogna un diverso modo di lavorare!

Se pensi che l’ho sparata grossa nel titolo leggi questa mail che ho ricevuto ieri e che mi ha lasciato senza parole.

Ho catturato la schermata onde evitare qualche complottista che mi scrive nei commenti che me la sono mandata da solo (W Napalm51)

Claudio ha scaricato e letto il mio ebook (lo puoi scaricare gratis da QUI) e dopo avermi “studiato” tra blog e canale YouTube è uscito allo scoperto.

Quello che scrive è davvero pesante ed è la conferma di quanto mi raccontano tantissimi clienti che ci contattano tutti i giorni.

Lungi da me accusare l’intera categoria ma è innegabile che c’è un modo di lavorare SBAGLIATO e PREISTORICO nel settore quando si affronta la muffa, sopratutto se l’imbianchino in questione ha fretta di prendere i suoi soldi e passare al prossimo lavoro.

Mi sono permesso di farci un video sulla questione!

Analizziamo la confessione di Claudio in modo da trovare quali sono gli errori di fondo di questo modo di lavorare.

ERRORE n. 1 : FARE COME FANNO TUTTI

Se c’è una cosa che NON si deve mai fare quando si ha a che fare con la muffa, che tu sia il padrone di casa o l’imbianchino è COPIARE qualcosa fatta da altri prima di te.

Primo, perchè se qualcuno si butta da un ponte, non lo devi fare anche tu.

Secondo, di fronte ad un problema serio e complesso come la muffa non si può usare sempre la stessa ricetta.

Lo ripeto da anni ed evidentemente non è mai sufficiente.

Questo fenomeno è aggravato dal web.

Siamo alla ricerca di recensioni di qualsiasi cosa prima di comprare (lo faccio anche io!) ma come non ti puoi curare leggendo qualche commento su un forum, così non puoi comprare a caso prodotti antimuffa solo perchè qualcuno ha scritto su Amazon che si è trovato bene.

Per assurdo non devi comprare nemmeno il più caro dei prodotti se non hai la più pallida idea di come si usa.

E questo vale anche se sei un imbianchino che ci sa fare col rullo ma non hai un bagaglio di esperienze di successo in fatto di trattamenti antimuffa.

Tradotto in parole semplici.
Non basta dare una mano di bianco dopo che hai pulito con la candeggina per considerarsi esperto in trattamenti antimuffa.

ERRORE N. 2 (il mio preferito)  “LAVARE” con candeggina

E’ più forte di noi vero?

La muffa sporca i muri e quindi deve essere pulita come una banalissima macchia.

Non possiamo ovviamente usare il detersivo dei pavimenti e quindi tornando un po’ indietro con la memoria ci torna l’immagine della nonna che puliva di tutto…CON LA CANDEGGINA!

Ho spiegato in tanti altri articoli e video perchè non si deve usare la candeggina sopra la muffa ma facciamo un breve riassunto :

  1. La candeggina è tossica, lascia un pessimo odore che rimane a lungo e penetra nelle pareti
  2. La candeggina CORRODE la vernice se usata regolarmente per pulire la muffa
  3. La candeggina, sebbene ha un potere igienizzante, non serve ad eliminare le cause scatenanti del fenomeno (condensa, muri freddi, umidità) quindi è uno spreco di tempo, denaro e salute. PUNTO.

“Ma mio cugino mi ha detto che lui ha pulito con la candeggina e la muffa non si è più riformata. Cosa devo fare quindi?”

Semplice.

O dai retta a tuo cugino ed entri nella spirale della candeggina (manco fosse un peccato mortale) e continui a pulire anche ogni giorno pur non vedere la macchia di muffa.

Oppure ti documenti e utilizzi un prodotto che elimina la muffa e che non contenga IPOCLORITO DI SODIO (ovvero candeggina).

Esistono sai? 😉

Noi li usiamo nel nostro trattamento.

ERRORE N.3 Usare la pittura antimuffa quando c’è muffa

“Ma come Giuseppe, mi stai dicendo che la pittura antimuffa NON si usa quando c’è muffa? E allora a che serve?”

Questa è una delle obiezioni che mi vengono poste tutti i giorni.

C’è poco da fare. La pittura antimuffa ha un prezzo di partenza molto basso (quelle con l’etichetta carina dei Brico).

Poi si può arrivare a spendere anche più di 100 euro per una latta ma il principio non cambia.

Quello che hai in mano quando compri una pittura antimuffa è :

  • una pittura traspirante o lavabile
  • un additivo aggiunto nella pittura che la rende “antimuffa” (biocidi)

La pittura antimuffa non ha proprietà termiche e quindi se la metti su un muro freddo hai solo rimandato il problema.

Se sei fortunato resisterai fino al prossimo inverno.

Se il problema è più serio potresti dover ripitturare dopo un mese.

E ovviamente gli imbianchini più smaliziati lo sanno e quindi sono tranquilli che per un po’ non ti farai vivo.

Ovvio che se la muffa ritorna dopo un anno loro non hanno nessuna.

Del resto si sa che con la muffa c’è poco da fare (così ci raccontano).

 

Chiusa questa parentesi sarcastica ci tocca tornare alla cruda realtà.

Non metto in discussione la buona fede di tantissimi imbianchini, anzi.

Come hai letto nella mail di Claudio il sentimento è proprio l’opposto.

Frustrazione e fallimento nel non sentirsi in grado di risolvere davvero il problema.

Reputo più corretto chi si ferma a una spesa contenuta applicando pitture antimuffa.

Tanti hanno fatto spendere migliaia di euro al cliente per “pannellare” la stanza con rivestimenti di polistirolo o cartongesso o materiali ben più costosi.

Per fare cosa? Per nascondere la muffa?

Lasciamo perdere.

 

 

Concludo con un appello.

Non sono Mastrota che ti deve vendere il set di pent..pitture antimuffa.

La mia azienda può aiutarti solo se prima ci hai messo in condizione di capire quali sono le cause del tuo problema.

Come lo facciamo?
Sempre con il solito sistema.

LA VALUTAZIONE ONLINE DELLA MUFFA

Te lo spiego di persona se hai 4 minuti da dedicarmi! 🙂

 

Come avrai visto nell’immagine qui sopra, tutto inizia dal tuo cellulare.

Ti basterà scattare quante più foto possibili del tuo problema di muffa e inviarcele tramite WhatsApp o via mail.

Dopo di questo non dovrai far altro che compilare il questionario che vedi qui in basso con i tuoi dati, in modo da poterti contattare immediatamente e fissare un appuntamento con un nostro tecnico.

Ti fermo subito prima che ti preoccupi.

La valutazione è COMPLETAMENTE GRATUITA e SENZA IMPEGNO.
A te serve per capire come risolvere il tuo problema, a noi per aumentare il nostro bagaglio di esperienza con un nuovo caso studio.

Del resto non si finisce mai di imparare e l’Italia è un paese così vario che la muffa della Valle D’Aosta è sicuramente ben diversa da quella della Basilicata.

 

Quello che offro ai padroni di casa ovviamente è valido anche per gli applicatori che vogliono cambiare modo di lavorare e focalizzarsi veramente sul problema del cliente e non sul suo portafoglio.

Non capita spesso ma qualche imbianchino o piccola impresa edile ha iniziato a collaboratore con noi.

Lui ci mette la manodopera e la competenza sul posto.
Noi tutta la nostra esperienza e un supporto tecnico oltre ogni aspettativa 😉

Così è possibile unire le forze per dare il miglior risultato.

Nell’attesa della venuta dell’imbianchino dei nostri sogni, continuiamo a cavarcela anche da soli e ti assicuro che con un minimo di buona volontà e buon senso, anche tu puoi farcela ad applicare il nostro trattamento anche se di mestiere fai altro 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *